Bce violata: i cybercriminali penetrano nell’istituto

89

Rubati dati ed email da un database. Le informazioni sensibili sarebbero invece al sicuro






Dopo l’attacco subito da alcune banche tedesche ad opera del malware Emotet, questa volta è il turno della Banca Centrale Europea. La Bce ha infatti subito una violazione del proprio sito Internet da parte dei cybercrimiali che hanno rubato contatti e indirizzi delle persone che si erano iscritte per partecipare ad alcuni eventi organizzati presso l’Eurotower. A detta dell’istituto non sono stati però sottratti dati sensibili per i mercati poiché l’attacco ha colpito alcuni database separati dai sistemi interni.

Il furto è venuto alla luce quando è stata spedita alla Bce una email anonima che chiedeva una compensazione finanziaria per i dati sottratti.

Nel frattempo, la banca di Francoforte sta contattando gli utenti coinvolti e tutte le password sono state cautelativamente cambiate.