Data center e pmi: Liebert EconoPhase riduce il consumo energetico fra il 40 e il 50 percento

20

Emerson Network Power arricchisce la gamma Liebert PDX con un nuovo e innovativo economizzatore a refrigerante






I clienti che acquistano unità di condizionamento a espansione diretta della gamma Liebert PDX di Emerson Network Power possono ora scegliere anche il modulo aggiuntivo Liebert EconoPhase, il primo economizzatore al mondo che utilizza il refrigerante stesso allo stato liquido per il freecooling.

Il modulo Liebert EconoPhase abbinato a unità Liebert PDX consente una riduzione del consumo energetico tra il 40 e il 50 percento rispetto al modello a espansione diretta più efficiente attualmente disponibile. Il sistema è inoltre in grado di garantire livelli di Power Usage Effectiveness parziale (pPUE) inferiori a 1,1 il che, per un data center da 1 MW, si traduce in un risparmio energetico annuale di circa 200.000 euro rispetto a un livello pPUE di 1,3.

Liebert EconoPhase assicura il freecooling senza i costi associati al consumo idrico: grazie a questa tecnologia, il sistema può commutare in modalità di funzionamento economico quando la temperatura esterna è inferiore a quella all’interno della struttura, chiedendo all’unità di passare dalla modalità compressore a quella economizzatore. Il risultato è l’abbattimento del consumo energetico, dato che il modulo Liebert EconoPhase usa circa il 10% dell’energia richiesta dal compressore. Quando l’ambiente esterno non è più compatibile con il funzionamento di Liebert EconoPhase, il sistema torna ad essere un tipico sistema a espansione raffreddato ad aria, disattivando il modulo economizzatore.

Il controllo integrato Liebert iCOM assicura che l’unità freecooling possa commutare automaticamente e senza problemi tra le due modalità operative. Il controllo intelligente consente al sistema di regolare i modelli del flusso d’aria e di adattarsi rapidamente in funzione dei diversi carichi It. L’ottimizzazione del funzionamento dei componenti aumenta l’efficienza abbattendo i consumi totali del sistema fino ai livelli più bassi. Inoltre massimizza le ore di freecooling grazie al controllo della transizione automatica all’economizzatore.