CIO: quanto valgono i “momenti che contano”?

50

Una ricerca condotta da Colt evidenzia quali siano i momenti salienti per il successo professionale e la carriera dei responsabili dei sistemi informativi






Con l’aumento dell’importanza dell’economia digitale e lo sviluppo del mondo It, il successo professionale degli specialisti dei sistemi informativi è determinato più da specifici momenti cruciali che dalla normale attività quotidiana. Sono queste le conclusioni di una ricerca promossa da Colt sui “momenti che contano” nella carriera dei CIO, condotta su 301 responsabili dei sistemi informativi di Regno Unito, Francia e Germania.

Più di tre quarti degli intervistati (77%) ritiene che il proprio successo sia determinato da momenti chiave che generano apprezzamento e portano successo per l’intera organizzazione. Il collegamento tra ‘i momenti che contano’ e il successo personale è ancora più forte per i leader dell’It che ritengono di “aver superato le aspettative” legate al proprio ruolo (91%).

Questi momenti importanti, inoltre, vengono identificati chiaramente esplorando i rapporti di lavoro dei professionisti intervistati con i loro fornitori: oltre il 77% degli intervistati afferma che la capacità di eccellere durante i momenti critici della propria agenda lavorativa è più importante del continuo supporto che ricevono dai service provider.

Quando è stato chiesto loro di raggruppare per categoria i top ‘momenti che contano’, i leader It hanno evidenziato: i nuovi cambiamenti di infrastrutture (67%), eventi esterni ovvero problematiche legate alla gestione dei dati/crisi tecniche (63%); e le risposte a nuove richieste da parte del cliente (60%).

Oltre la metà (62%) degli It manager crede che i propri team siano più focalizzati su progetti strategici che sulle gestione delle attività di routine. Ad ogni modo, un’analisi dei momenti importanti citati dagli intervistati ha mostrato un conflitto tra le loro aspirazioni e la realtà dei loro ruoli quotidiani. Una parte significativa dei progetti in questione riguardava il miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia all’interno della specializzazione It piuttosto che risultati legati direttamente al cliente.

“Un’onda digitale sta dilagando in tutti i settori – trasformando il ruolo dei dipartimenti It in abilitatori e facilitatori del business – spiega Carl Grivner, Executive Vice President di Colt -. Lo studio mostra come i CIO riconoscano queste opportunità e colleghino chiaramente il proprio successo professionale ai momenti importanti per l’azienda. Ad ogni modo, il successo personale sarà sostanzialmente determinato dall’abilità di identificare e guidare quei momenti che aiutano l’azienda a trasformarsi e servire al meglio i clienti”.

Grivner ha aggiunto: “I risultati mostrano anche quanto sia importante lavorare con il giusto team – sia in termini di risorse interne che di fornitori esterni. I leader It ritengono che la fiducia del fornitore sia l’elemento più importante per assicurarsi risultati di successo che sono sempre più collegati alla customer experience offerta. In Colt riteniamo che i clienti contino su di noi per i loro servizi fondamentali, di fondo, mentre loro sono liberi di focalizzarsi su ciò che per la loro azienda conta di più”.