Cybersecurity: Check Point e IBM Security si alleano

22

La nuova partnership prevede la condivisione di threat intelligence, tecnologia e integrazione dei servizi






IBM Security e Check Point Software Technologies ampliano la loro alleanza con la condivisione di threat intelligence, per lottare contro i cybercriminali. Inoltre, le aziende hanno annunciato un’ampia integrazione di prodotti, oltre a maggiori investimenti in servizi di consulenza e sicurezza gestita di IBM.

Il cybercrime è evoluto fino a diventare una minaccia concreta per le aziende, e ad oggi è una delle maggiori economie illegali al mondo, con un fatturato annuale di 445 miliardi di dollari americani, secondo le Nazioni Unite. Per misurarsi con questo ecosistema di attacchi così complesso e aggressivo, l’alleanza allargata tra Check Point e IBM Security mira a offrire alle aziende moderne un nuovo livello di fiducia, non solo nel rilevare i rischi per la sicurezza, ma anche per fornire ai clienti gli strumenti giusti per prevenire questi attacchi, prima che si manifestino.

La nuova alleanza include quattro aree principali di collaborazione:

  • – Threat intelligence condivisa. Una strategia aperta di difesa collaborativa è necessaria nel campo della sicurezza, per tutelarsi efficacemente dalle minacce nuove e in continua evoluzione. I team di ricerca sulla sicurezza di IBM X-Force e di Check Point collaboreranno direttamente attraverso la condivisione bidirezionale di individuazione delle minacce e l’analisi utilizzando IBM X-Force Exchange (XFE), la piattaforma di condivisione della threat intelligence di IBM. Questa threat intelligence collettiva può essere integrata con i prodotti di threat intelligence di qualunque azienda, per garantire una protezione proattiva contro le minacce ai clienti di entrambe le aziende. 
  • – Gestione integrata degli eventi. Le funzionalità di condivisione con le piattaforme di gestione della sicurezza attuate dai clienti accelera la risposta collettiva all’attività di minaccia, e estende il valore degli investimenti in tecnologie per la sicurezza per i clienti. Check Point lancerà una nuova applicazione SmartConsole nell’App Exchange di IBM Security per l’integrazione con la piattaforma Security QRadar Intelligence di IBM. L’app invierà dati sulle reti e sugli eventi di sicurezza dai dispositivi Check Point a QRadar, per consentire agli operatori di visualizzare informazioni sulle minacce in tempo reale, direttamente dalla console QRadar, per una risposta più veloce agli incidenti.
  • – Protezione mobile avanzata. L’integrazione con la soluzione di gestione aziendale del mobile IBM Maas360 (EMM) consentirà ai clienti di applicare facilmente e di gestire la soluzione di Check Point Mobile Threat Prevention, per impedire ai dispositivi compromessi l’accesso alle reti e ai dati aziendali, basandosi su insight in tempo reale. La combinazione di queste funzionalità offre protezione automatizzata contro le minacce più avanzate per i dispositivi mobili, le app e le reti, pur semplificando molto l’attuazione e il monitoraggio costante della sicurezza per i dispositivi mobili all’interno delle aziende.
  • – Servizi di sicurezza gestiti. I servizi di sicurezza gestiti di IBM (MSS) continueranno a ampliare il know-how, attraverso l’offerta e la gestione delle soluzioni di Check Point per i clienti di IBM. L’applicazione e la gestione di una gamma più ampia di prodotti di sicurezza Check Point verrà supportata da nuove attrezzature e formazione costante da parte degli analisti IBM SOC e degli architetti delle soluzioni, garantendo così ai clienti un accesso con un buon rapporto qualità prezzo a risorse e know-how, in linea con le loro necessità di sicurezza in evoluzione.

L’ambiente aziendale odierno è più connesso e più innovativo che mai, e necessita di soluzioni ugualmente innovative, per aiutare i clienti nella loro missione di mantenersi un passo avanti alle possibili minacce”, ha dichiarato Avi Rembaum, Vice President of Security Solutions di Check Point. “Sia Check Point che IBM Security hanno una strategia preventiva di sicurezza. Attraverso la condivisione dell’intelligence e l’integrazione della tecnologia, puntiamo a contribuire al miglioramento dei programmi di sicurezza dei clienti e a creare un nuovo modello di cooperazione nel settore”.

La condivisione di intelligence e know-how è il modo in cui il settore sicurezza farà progredire le nostre funzionalità difensive”, afferma Caleb Barlow, Vice President of Strategy di IBM Security. “I cybercriminali sono abituati al concetto di condivisione, e il nostro settore deve vincere questa sfida. Un partner del calibro di Check Point che condivide questa strategia è un passo avanti epocale per i nostri clienti comuni”.