IDC: tre quarti delle aziende non dispongono di sistemi per la sicurezza dei documenti

12

Un nuovo white paper IDC sponsorizzato da OKI Europe evidenzia la necessità che gli MFP intelligenti debbano offrire una stampa sicura dai dispositivi mobili






In Europa le aziende hanno l’esigenza di disporre di informazioni affidabili ovunque e in qualsiasi momento per mantenere e incrementare la produttività sul luogo di lavoro, come rivela un nuovo white paper IDC sponsorizzato da OKI Europe.

Considerando l’accesso a volumi più elevati di informazioni digitalizzate, la ricerca segnala la necessità da parte delle aziende di prestare particolare attenzione all’accesso ai dati e alla sicurezza. Tuttavia, secondo gli ultimi risultati, un significativo 75% delle PMI europee non dispone di un sistema per la sicurezza dei documenti, ad esempio l’uso di ID utente, lasciandole esposte a minacce in termini di sicurezza.

La ricerca

La ricerca dal titolo “I vostri processi aziendali stanno soffocando la vostra opportunità di mercato? Stampa conveniente e gestione dei documenti tramite gli MFP intelligenti è stata compilata da Jacqui Hendriks, responsabile IDC della pratica di consulenza e ricerca sulle soluzioni per la gestione di documenti e servizi di stampa gestita a livello europeo.

I risultati IDC confermano che una crescente forza lavoro mobile e il cambiamento nei modelli di lavoro dei dipendenti influiscono sulla gestione della stampa e dei documenti trasformandola. Si prevede che, entro il 2018, il 75% della forza lavoro lavorerà da dispositivi mobili fuori sede.mfp_Smart

Il ruolo degli MFP intelligenti

Considerando il ruolo degli MFP intelligenti nei moderni ambienti di lavoro in continua evoluzione, la ricerca sottolinea il fatto che i dispositivi flessibili possono essere programmati per fornire strumenti personalizzati a dipendenti e reparti, a cui è possibile accedere in modo sicuro grazie all’uso di schede ID, codici PIN e dispositivi mobili come smartphone e tablet. Se un’attività di stampa viene inviata a un MFP intelligente con la funzionalità di pull-printing, può essere programmata solamente per rilasciare il documento quando l’utente si trova fisicamente di fronte al dispositivo e dopo aver fatto passare una scheda di sicurezza o immesso un codice PIN.

La crescente forza lavoro mobile e la richiesta di lavorare ovunque e in qualsiasi momento sta influendo notevolmente sulle aziende odierne – spiega Terry Kawashima, amministratore delegato di OKI Europe -. A tal proposito, le aziende devono mantenere produttivi i dipendenti introducendo flussi di lavoro più efficaci e digitalizzati, nonché implementando i controlli necessari per proteggere i dati sensibili relativi all’azienda e ai clienti. Come si evidenza in questo white paper di IDC, si registra una chiara ed incalzante necessità per gli MFP intelligenti, che devono essere in grado di proteggere da eventuali virus o minacce informatiche offrendo la stampa sicura dai dispositivi mobili”.