Lab Primeur presenta la nuova Hybrid Integration Platform

17

Primeur Ghibli, al lancio in Europa, Usa e Latam, si basa sulle competenze in ambito di software e middleware di Data Integration






Trend crescenti come i Big Data, il Cloud, il Mobile, il SaaS e l’IoT stanno generando un’incredibile proliferazione di dati e applicazioni e, al contempo, le organizzazioni hanno bisogno di un ambiente d’integrazione IT completo e semplice da usare per rispondere in tempo reale alle sfide che il mercato propone.

Le iniziative di digital business emergenti stanno creando una sempre maggiore domanda di piattaforme unificate, composte da tecnologie abilitanti in grado di affrontare una più vasta gamma di problemi d’integrazione. Entro il 2018, come afferma Gartner, oltre il 40% delle organizzazioni utilizzerà un’infrastruttura d’integrazione che riunirà all’interno di una Hybrid Integration Platform tutte le tecnologie abilitanti.

Per soddisfare queste esigenze, Primeur ha investito in una nuova Hybrid Integration Platform, Primeur Ghibli, un framework per la data integration in grado di orchestrare le varie componenti e di fornire una risposta efficace alle tendenze del mercato.

“I nostri clienti esigono una soluzione tecnologica forte e flessibile, legata a una collaudata metodologia d’implementazione e a una continua gestione delle operations”, dice Luca Musso, Primeur CTO. “Mettendo insieme una piattaforma di integrazione event-based sicura e integrandola con l’architettura del cliente attraverso implementazioni di micro-services, siamo in grado di fornire soluzioni scalabili e robuste che operano in modo asincrono con funzionalità complete di governance end-to-end”.

Primeur Ghibli offre la possibilità di raggiungere un livello di integrazione tra applicazioni legacy on-premises e hybrid cloud, consentendo alle organizzazioni di ottenere un vantaggio competitivo e di sostenere nuovi modelli di business.

La nostra Hybrid Integration Platform aiuterà le aziende e le istituzioni finanziarie a ridurre i costi legati all’IT di circa il 18% nei prossimi 2 anni e consentirà alle Line of Business di accelerare i processi decisionali, grazie all’ottimizzazione della gestione dei flussi di dati”, come dichiara Stefano Musso, CEO di Primeur. “Il nostro elemento differenziante più significativo è la capacità di disegnare e implementare soluzioni che si adattano effettivamente alle infrastrutture, alle applicazioni e ai processi di business che il Cliente già usa”.