Fujitsu EMEIA: nuova divisione per la cybersecurity

353

L’obiettivo è quello di garantire la business continuity dei clienti






Nasce con l’intento di assicurare la business continuity dei clienti dalla minaccia di cyberattacco la nuova divisione Cybersecurity di Fujitsu nell’area EMEIA (Europa, Medio Oriente, India e Africa). L’approccio di Fujitsu prevede un monitoraggio e una sorveglianza continua per supportare i clienti nell’analisi preventiva e nell’intervento post attacco per prevenire perdita di business e assicurare continuità operativa.

Fujitsu fornisce già servizi di sicurezza gestita attraverso i propri SOC (Security Operation Center) situati in Regno Unito, Germania, Finlandia e Spagna. Con questa ulteriore focalizzazione sul tema cybersicurezza, Fujitsu offrirà anche nella regione EMEIA soluzioni attualmente disponibili solo in Giappone; pertanto procederà a trasformare i SOC attivi in Regno Unito e Germania in Advanced Cyber Threat Center.

Con il brand SURIENT, Fujitsu sta inoltre ampliando nella regione EMEIA la gamma recentemente introdotta di soluzioni fisiche per la sicurezza dei data center. La prima proposta, SURIENT MRS, è già disponibile: si tratta di una Managed Rack Solution che sfrutta la tecnologia di autenticazione biometrica PalmSecure per proteggere e registrare gli accessi a rack protetti su cui sono installati processi sensibili, confidenziali o business critical all’interno di un data center.

Su scala globale, invece, Fujitsu è convinta che i servizi per la sicurezza rivestano un ruolo essenziale per supportare i tre pilastri della sua attività – servizi digitali, piattaforme per servizi e integrazione. Focalizzandosi sulla business continuity dei propri clienti, Fujitsu si impegna ad accelerare lo sviluppo di un framework avanzato di prodotti e servizi dedicati alla sicurezza.