Wi-fi 5 stelle da Ruckus Wireless

Selina_Lo_Ruckus

di Redazione LineaEDP

La società californiana sbarca in Italia decisa ad imporre la propria tecnologia di punta sul mercato delle medie imprese e delle telco


A 6 anni dalla sua fondazione, la Ruckus Wireless di Sunnyvale, California, sbarca in Italia affidata a Michele Paparella, che già aveva dato ottima prova di sé lanciando il business della compagnia nell’area sud est asiatica.

Il mercato è quello WiFi, il target le aziende medio-grandi. “Siamo sostanzialmente una azienda tecnologica – spiega la californiana originaria di Hong Kong Selina Lo, president&Ceo di Ruckus Wireless –. Non intendiamo confrontarci con vendor già affermati sul mercato consumer dove la vita media di un prodotto è dell’ordine dei 6 mesi e dove sviluppare un prodotto significa praticamente acquisire i componenti più economici sul mercato, assemblarli e testarli utilizzando la manodopera a minor costo possibile, per poterlo vendere ad un target di clienti che valuta le prestazioni per grandi categorie e sceglie sulla base del prezzo. I nostri prodotti sono frutto di un lungo sviluppo, hanno una vita media molto maggiore, contengono innovazioni importanti racchiuse nel nostro brevetto Smart WiFi, grazie alle quali possiamo ad esempio aumentare l’area di copertura a parità di potenza, ridurre fino a dimezzare il numero degli hot spot e controllare la qualità e la stabilità del segnale, assicurando sicurezza, continuità di servizio e prestazioni di alta gamma ad un prezzo che diventa comunque competitivo se giudicato sull’insieme di una fornitura e non sul singolo elemento”.

Il livello tecnologico dell’offerta di Ruckus Wireless ha convinto investitori come Sequoia Capital, T-Venture (di Deutsche Telecom), Motorola Ventures, ad entrare nel capitale della società.

Negli ultimi quattro anni Ruckus Wireless ha fatto registrare tassi di crescita particolarmente elevati. Aziende di tutto il mondo come la Bp, aeroporti come quello di Manila, alberghi come le catene Mariott e Intercontinental, hanno apprezzato la soluzione Zoneflex. Telco come Telia Sonera, China Telecom e China Mobile, Docomo, Deutsche Telecom, Telecom Austria propongono ai propri clienti la soluzione MediaFlex specifica per i fornitori di servizi multimediali, per realizzare soluzioni di Ip Tv con un collegamento wireless, anche Hd – una possibilità questa che Selina Lo definisce unica sul mercato – o di accesso alla rete via Wi-fi dove non è disponibile un collegamento Adsl.

Il modello di go-to-market di Ruckus Wireless è il classico indiretto a due livelli, spiega Selina Lo: “In tutti i Paesi dove operiamo ci affidiamo ad un numero molto ristretto di distributori a cui fa capo una rete di rivenditori qualificati su tre livelli. Inoltre abbiamo partnership con systems integrator e telco. In Italia il nostro distributore, ormai da qualche mese, è Computerlinks che ha già attivato una rete di rivenditori mirati al mercato delle medie imprese perché inizialmente non riteniamo opportuno scontrarci con i concorrenti più famosi sui large account, dove sono presenti da tempo. Il decollo di un business come il nostro prende molto tempo e tipicamente il primo anno il volume d’affari è trascurabile. Comunque abbiamo già alcuni clienti, tra cui le cliniche Zucchi nell’area di Milano, e abbiamo molte trattative che speriamo di concludere presto. Sul fronte Telco stiamo lavorando con Telecom Italia e anche qui ci aspettiamo buoni risultati a breve”.
 

Luciano Barelli

© Riproduzione Riservata

I commenti per questo articolo non sono disponibili

I miei articoli

Seguici       •             |      Registrati