La piattaforma Sdn di Extreme Networks è basata su un controller OpenDayLight consolidato che include network management, network access control, application analytics e wireless controller technology

Extreme Networks

Extreme Networks ha annunciato la sua rivoluzionaria piattaforma di Software Defined Networking (Sdn) per promuovere l’innovazione guidata dalle community. L’azienda ritiene che i clienti debbano essere in grado di effettuare la migrazione della propria rete esistente (brownfield) all’Sdn, senza dover sostenere costi onerosi di aggiornamento. Tale migrazione trasparente alle reti Sdn impone infatti un approccio aperto, completo e basato su standard, condiviso pienamente dalla community e dall’ecosistema dei partner.

La piattaforma Sdn di Extreme Networks è basata su un controller OpenDayLight (Odl) consolidato e completo che include: network management, network access control, application analytics e wireless controller technology. L’approccio globale di Extreme Networks preserva l’integrità delle Api aperte fornite da Odl e contemporaneamente estende l’orchestrazione, l’automazione e il provisioning del data center all’intera rete, attraverso l’utilizzo di un unico strumento.

“Questo è un momento straordinario per il settore poiché lo sviluppo di Api aperte trasformerà le reti per abilitare la personalizzazione e l’efficienza richiesta dalle aziende e dai service provider – ha spiegato Markus Nispel, Vp Solutions Architecture and Innovation, Extreme Networks. La piattaforma Sdn di Extreme risponde a pieno alle esigenze dei clienti, fornendo un modello aperto e basato su standard che sfrutta le comprovate innovazioni della tecnologia e la collaborazione del settore attraverso il progetto OpenDayLight”.

La piattaforma Sdn di Extreme Networks è semplice, rapida e intelligente e si integra perfettamente con gli strumenti hardware e software multi-piattaforma esistenti, salvaguardando gli investimenti del cliente ed evitando ogni azione di vendor lock-in. La piena compatibilità viene mantenuta con l’infrastruttura di rete multi-vendor conforme allo standard OpenFlow e ad altre Api aperte. L’Api di Extreme Networks basata su OpenDayLight, il kit di sviluppo software (Software Development Kit – Sdk) e la community degli sviluppatori permetteranno ai clienti di far evolvere la rete per stare al passo con l’infrastruttura di sicurezza, wireless e Sdn convergente in fase di sviluppo.