Da Ca technologies più sicurezza per il cloud

Potenziata l’integrazione delle tecnologie provenienti dall’acquisizione di Arcot con la soluzione SiteMinder

Ca Technologies ha annunciato nuove funzioni del  proprio servizio Advanced authentication cloud service per gli ambienti cloud computing. Le novità comprendono l’identificazione tagless delle periferiche, l’autenticazione mobile e nuovi livelli di integrazione con Ca SiteMinder, in grado di migliorare la sicurezza delle applicazioni e delle informazioni che operano sul Web.
Conclusa l’acquisizione di Arcot nell’ottobre 2010, Ca ha immediatamente aggiunto Advanced authentication cloud service (in precedenza conosciuto come Arcot A-OK for Enterprise ) al proprio arsenale di soluzioni di security con l’obiettivo di ampliare la propria strategia per il cloud computing che prevede sicurezza “To the cloud, for the cloud, from the cloud”.

Ca Advanced authentication cloud service è un’applicazione di tipo SaaS altamente scalabile, multi-tenant e configurabile. Fornisce funzioni avanzate di autenticazione ad aziende operanti in molteplici settori, dai servizi finanziari alle tecnologie, dalle gestioni immobiliari all’industria farmaceutica, per citarne solo alcuni.

Gli altri aggiornamenti riguardano l’integrazione più stretta con SiteMinder per una maggiore sicurezza. Il punteggio di rischio che Ca Advanced authentication cloud service assegna a un potenziale login o transazione viene ora utilizzato da SiteMinder per determinare meglio il livello di autenticazione richiesto. In precedenza la tecnologia Arcot si limitava a semplici istruzioni di tipo “sì”/“no” per indicare a SiteMinder se procedere a meno all’autenticazione. Grazie a questa migliore integrazione, SiteMinder può oggi utilizzare il punteggio di rischio per stabilire se un’azione richieda una forma più elevata di autenticazione, migliorando così sia la sicurezza che la produttività dei clienti. Un determinato punteggio può essere ad esempio sufficiente, in base a una policy aziendale, per accedere alla posta elettronica, ma non abbastanza alto da consentire l’accesso a un’applicazione contabile senza ulteriori forme di autenticazione.
 
Identificazione “tagless” delle periferiche: sfruttando una tecnologia in attesa di brevetto, Advanced authentication cloud service è in grado di identificare in modo univoco ogni periferica (indifferentemente pc o smart phone), aiutando a prevenire le frodi e a proteggere la privacy degli utenti. Questa “rilevazione dell’impronta digitale” delle singole periferiche viene ottenuta attraverso la raccolta e l’analisi di una vasta gamma di dati associati alla periferica in questione, senza l’impiego di cookie o agenti sulla macchina. Advanced authentication cloud service individua le periferiche sospette e ne blocca gli accessi quando il loro punteggio di rischio, in base alle policy aziendali, lo richiede.
 
Applicazione di autenticazione mobile: le periferiche mobili sono diventate comuni quanto le borsette o i portafogli. Questa applicazione di autenticazione, caratterizzata dalla tecnologia Otp di Ca Arcot, trasforma smart phone, iPad e altri dispositivi mobili in periferiche sicure, in grado di creare password monouso eliminando la necessità di avere con sé altri dispositivi di autenticazione.