5 buoni motivi per migrare ad un ambiente multi-cloud

multi-cloud

Migrare ad un ambiente multi-cloud conviene? E se sì perchè? A fornirci cinque buoni motivi ci ha pensato Verizon, il cui servizio Secure Cloud Interconnect (SCI) offre alle aziende la possibilità di connettere più di un cloud senza soluzione di continuità e gestire in sicurezza un ambiente multi-cloud, garantendo un’allocazione dinamica di banda, performance delle applicazioni, qualità del servizio e fatturazione a consumo.
Grazie a SCI, Verizon eliminerà molte delle barriere che spesso ostacolano l’adozione del cloud da parte delle aziende, come la scalabilità, il controllo e la flessibilità.

Ma passiamo ai cinque buoni motivi per cui passare ad un ambiente multi-cloud non può che portare benefici. Al primo posto Verizon piazza la possibilità di migrare i carichi di lavoro tra i propri cloud, Microsoft Azure e adesso anche Amazon Web Services con un semplice click del mouse tramite Private IP.
In secondo luogo troviamo il fatto che SCI è pre-integrato nel cloud di Verizon, Microsoft e Amazon, garantendo performance senza soluzione di continuità alle aziende.
Al numero tre la società evidenzia che la portata fornita dalla rete Private IP è supportata da molteplici sedi, in America, Europa e nella regione Asia-Pacifico.

Al quarto posto emerge la sicurezza, che è integrata per garantire che i dati siano completamente criptati sia in fase di transito sia in sede. E, per finire, Verizon sottolinea le capacità avanzate di reporting per supportare alti livelli di performance.