Emerson Network Power identifica sei tendenze per il 2015

[section_title title=Altre tendenze per quest’anno]

4. Il software agevola l’introduzione di ulteriore software
Negli ultimi vent’anni la virtualizzazione è stata una delle tendenze più significative nel settore dei data center. L’impatto di questo sviluppo continuerà a favorire il cambiamento nel prossimo futuro, con la virtualizzazione che andrà oltre l’elaborazione, estendendosi al networking e all’archiviazione. Una delle principali sfide di questa rivoluzione virtuale sarà la gestione dell’hardware. La maggior parte delle aziende non dispone della visibilità per gestire contestualmente sistemi virtuali e fisici; occorre quindi colmare questa lacuna per aprire le porte al software-defined data center . Le tecnologie di Data Center Infrastructure Management (DCIM) sono state messe a punto proprio per colmare questa lacuna e chi le ha già adottate ne sta apprezzando il valore: i data center dotati di DCIM recuperano le interruzioni di servizio con una velocità dell’85 percento superiore rispetto a quelli che ne sono privi, secondo uno studio sulle interruzioni dei data center realizzato nel 2013 dal Ponemon Institute.

5. L’edge si rafforza
Dopo anni di consolidamento e centralizzazione, le aziende IT rivolgono l’attenzione all’edge di rete per migliorare le interazioni con clienti e applicazioni. Parallelamente all’aumento dell’uso di analisi, servizi collegati alle diverse sedi e contenuti personalizzati da parte delle aziende, l’edge di rete assumerà un’importanza fondamentale per ottenere un vantaggio competitivo. Per sfruttare questa opportunità occorrerà un’infrastruttura standard, intelligente e con elevata disponibilità, vicina agli utenti. Così come le aziende hanno faticato a tenere il passo con la domanda di elaborazione nel primo decennio del secolo, le imprese che non risolvono i problemi di networking correlati all’edge si ritroveranno nell’impossibilità di allinearsi alla crescita esplosiva del traffico delle reti.

6. La sicurezza diventa la nuova disponibilità
Quando si tratta di minimizzare i rischi, i responsabili dei data center sono da tempo concentrati su un unico problema: prevenire il tempo di fermo. Il fermo continua a rimanere un rischio ma è comparsa una nuova minaccia, relativa alla cyber-sicurezza. Quando una delle violazioni della sicurezza di maggior rilievo degli ultimi 18 mesi è stata ricondotta al sistema di riscaldamento, ventilazione e condizionamento, i responsabili dei data center e gli specialisti di sicurezza IT ne hanno preso nota. I responsabili dei data center e delle infrastrutture dovranno collaborare sempre di più con i team di sicurezza IT per verificare la tecnologia e il software del data center in modo da garantire la massima protezione e valutare le prassi di sicurezza dei consulenti e service provider che hanno accesso a tali infrastrutture.

“La progettazione del data center sta diventando sempre più intelligente e integrata”, commenta Lal Karsanbhai, appena nominato presidente di Emerson Network Power in Europa -. Di conseguenza, assistiamo ora a una nuova generazione di strutture che sono in grado di reagire più velocemente al cambiamento dei requisiti del settore oltre a permettere una gestione semplificata del data center e offrire un uso più efficiente del capitale”.