A lanciare l’appello è stato l’on. Stefano Quintarelli durante la giornata conclusiva della tappa milanese del Security Summit 2015

Security-Summit

L’edizione 2015 della tappa milanese del Security Summit, l’appuntamento annuale organizzato da Clusit, l’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, e da Astrea, agenzia di comunicazione e marketing specializzata in eventi B2B, si è chiuso con un’affluenza record di oltre 850 partecipanti.

Nella tre giorni il pubblico ha potuto approfondire i vari aspetti della sicurezza delle informazioni delle reti e dei sistemi informatici attraverso 7 tavole rotonde, 9 sessioni formative, 7 seminari e 16 atelier tecnologici.

La manifestazione, che ha visto scendere in campo oltre 100 relatori provenienti dal mondo della Ricerca, dell’Università, delle Associazioni, delle Istituzioni e delle Imprese, si è chiusa con la visita dell’On. Stefano Quintarelli, Presidente del Comitato di Indirizzo dell’Agenzia per l’Italia Digitale, che si è soffermato in particolare sull’importanza di “fare rete” da parte di istituzioni, imprese, fino ai privati cittadini “per garantire al Paese un sistema informativo solido ed efficace, che a sua volta sia abilitatore di sicurezza a tutti i livelli”.
“La cultura della sicurezza informatica deve essere una precondizione e deve accompagnare ogni sviluppo informatico della PA” ha aggiunto Quintarelli.

Il Security Summit prosegue il suo tour per l’Italia nel mese di giugno, dove il 10 e l’11 sarà a Roma, e nel mese di ottobre, dove l’1 sarà a Verona.