NetApp mette il turbo alla mail di Italiaonline

Posta più sicura e veloce grazie alle soluzioni della società specialista nello storage

NetApp annovera tra i suoi clienti importanti realtà nazionali e internazionali. In Italia collabora  con Italiaonline, la compagnia che raggruppa tutti i brand e gli asset di Matrix e di Libero, prima internet company nazionale e terzo player del mercato web nel nostro Paese con 15,3 milioni di utenti unici al mese, 11,2 milioni di account mail attivi e il 56% di market reach.

Italiaonline, di cui fanno parte i portali Libero e Virgilio, si è rivolta a NetApp per rinnovare l’infrastruttura per l’erogazione dei servizi di posta elettronica relativa ai domini del mercato Consumer Free e Consumer Premium.

“Abbiamo deciso di prendere in considerazione una serie di soluzioni tecniche, mantenendo come invariante la piattaforma software di posta elettronica che stiamo utilizzando. Pertanto, a fronte di uno scouting fatto tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014, è stato valutato in quali tecnologie hardware era corretto posizionarla. Lo storage riveste un’importanza cruciale, quando si tratta di memorizzare e gestire svariati petabyte di dati e di garantire all’utente un’esperienza d’uso soddisfacente – racconta Mauro Binda, Vice President Information Technology di Italiaonline –. Noi disponevamo di tecnologie che, per quanto performanti, iniziavano a essere datate. Per cui era sempre più difficile farle evolvere e potenziarle. Inoltre la loro gestione era diventata molto costosa. A questo si aggiungeva il fatto che le piattaforme di Libero e Virgilio risiedevano in due farm distinte e situate in località differenti. L’altro obiettivo era pertanto quello di unificare il datacenter”.

Di fronte a questa pluralità di esigenze, dopo un’attenta analisi, la scelta è ricaduta sui sistemi di storage unificato di NetApp, in particolare su NetApp FAS8060A e NetApp FAS6220A, operativi su NFS e ISCSI a 10 Gb. Grazie a NetApp Data ONTAP lo storage può essere gestito da un’unica console centralizzata, semplificando e migliorando la protezione dei dati.
Un fattore importante è che l’infrastruttura è stata progettata per eliminare i downtime e consentire la manutenzione dell’infrastruttura, anche durante le ore di lavoro, senza interrompere l’accesso ad applicazioni e dati dell’utente.

Vista la complessità e l’ingente mole di dati da trasferire, il progetto è stato ripartito in due fasi. La prima ha previsto la migrazione delle caselle di Libero (oltre 15 milioni). Dopo un mese di test e collaudi, e un periodo di erogazione parallela delle due farm, l’operazione, che si è svolta tra giugno e ottobre 2014, si è conclusa con successo e senza interruzioni del servizio a fine novembre.

Grazie all’adozione delle soluzioni NetApp Italiaonline non solo ha incrementato le performance, ma ha semplificato l’infrastruttura e ha ottenuto un contenimento dei costi. Ha inoltre ridotto il footprint, ovvero lo spazio occupato nel datacenter che passerà, in proiezione e considerando tutto, quindi anche l’infrastruttura dedicata a Virgilio, da 12 a sette rack in un unico datacenter.
Il software NetApp Data ONTAP in cluster gestisce centralmente tutti i sistemi di storage collegati fra loro, consente di eliminare i downtime pianificati per aggiornamenti e modifiche al sistema, migliorando i livelli di servizio a beneficio dei clienti di IOL. Al termine delle seconda fase (estate 2015) i sistemi di esercizio per i servizi mail saranno condivisi sia a livello hardware sia software, diventando la piattaforma unica multidominio per la posta elettronica di Italiaonline.