Blue Coat Cloud Connector e l’azienda è in sicurezza

La sicurezza integrata consente l’adozione sicura dell’accesso a Internet dalla filiale all’ambiente cloud per accelerare le SaaS e ridurre il costo del networking

Blue Coat Systems amplia il Cloud-Connector alle appliance fisiche e virtuali di ottimizzazione della WAN Blue Coat MACH5. Con Cloud-Connector le aziende possono implementare nell’immediato la sicurezza Web attraverso il servizio Blue Coat Cloud Service.

L’accesso Internet diretto e sicuro fra filiale e ambiente cloud consente alle aziende la possibilità di riprogettare la WAN (Wide Area Network) per soddisfare nuove realtà applicative. La topologia “branch-to-cloud”, che prevede la connessione fra filiale e ambiente cloud, riduce i costi di networking e accelera l’accesso alle applicazioni Saas (Software-as-a-Service) in-the-cloud.

Ha dichiarato Cindy Borovick, vicepresidente IDC: “Con la rapida adozione dei servizi e device in-the-cloud, le aziende stanno riconsiderando il tipico approccio aziendale che consiste nell’instradare il traffico Internet delle filiali attraverso un data center centrale o la sede principale. Se un’azienda può facilmente raggiungere lo stesso livello di sicurezza Web del data center anche nella filiale, avrà la flessibilità necessaria per scegliere una struttura di rete sia efficace in termini di costi che orientata al business”.

Cloud-Connector, lanciato il 22 novembre scorso, è disponibile con il rilascio più recente del software per le appliance MACH5. La funzionalità è completamente integrata nel software senza alcun ulteriore costo per i clienti. I clienti in possesso di un contratto di assistenza possono effettuare un upgrade all’ultima versione di SGOS per ottenere la funzionalità Cloud-Connector. Il servizio Blue Coat Cloud Service viene offerto secondo un modello basato sul numero di dipendenti abbonati e sui servizi specifici utilizzati.