Ampliare l’adozione di software libero e open source

E’ quanto si prefiggono Open Source Initiative (OSI) e Associazione LibreItalia, che inaugurano una nuova collaborazione volta a far crescere la conoscenza e le adozioni di software libero e open source

Open Source Initiative (OSI) ha annunciato che Associazione LibreItalia, l’organizzazione senza fini di lucro impegnata a ridurre il digital divide e abbattere le barriere alla cittadinanza digitale in tutta Italia, è nuova Affiliate Member di OSI.

L’unione con OSI rafforzerà la posizione di LibreItalia nel BelPaese, e ad assumere un ruolo ancora più fondamentale nell’educazione dei cittadini digitali alla libertà del software sia a livello individuale, aziendale e governativo.

LibreItalia è unacomunità in forte crescita, che promuove il software libero e open source attraverso l’uso della suite di produttività personale LibreOffice. Oggi l’associazione ha circa 200 soci attivi, che emergono da una comunità di circa 3.000 sostenitori.

“LibreItalia condivide la visione di Open Source Initiative, e crede negli stessi principi di educazione, promozione e supporto del software libero e open source”, afferma Italo Vignoli, Presidente Onorario di Associazione LibreItalia.

Secondo Simon Phipps, Director, Affiliate Member Program di OSI: “Le suite per ufficio sono uno tra i software più diffusi tra gli utenti, e LibreItalia dimostra che – partendo da un software specifico ma molto importante come LibreOffice – un’organizzazione può interagire con le aziende e le pubbliche amministrazioni in modo tale da promuovere l’uso del software libero e open source a tutti i livelli”.