Check Point e VMware rafforzano la sicurezza nei data center

Le due società hanno iniziato una collaborazione per integrare la soluzione Check Point vSEC all’interno della piattaforma VMware NSX

Grazie ha un recente accordo di collaborazione con VMware, la soluzione di sicurezza per le reti virtuali Check Point vSEC è integrata nella piattaforma di virtualizzazione delle reti VMware NSX per consentire agli amministratori di gestire la sicurezza di tutto il traffico dati che passa per i data center.

Con questa soluzione che riunisce in un solo pacchetto le caratteristiche di Check Point vSEC per la sicurezza delle reti virtuali, e quelle di VMware NSX nasce per rispondere alla necessità di portare maggiore sicurezza all’interno dei data center. Con VMware NSX, la sicurezza è parte dell’infrastruttura di rete del data center, e la micro-segmentazione diventa fattibile sia dal punto di vista operativo sia da quello economico. VMware NSX inserisce e orchestra in modo trasparente Check Point vSEC per consentire un’ispezione avanzata del traffico. I clienti possono accelerare l’installazione dei servizi di sicurezza e ottenere lo stesso livello di sicurezza di cui godono al gateway perimetrale. Questo è particolarmente importante nei moderni ambienti cloud dinamici, dove le applicazioni devono essere fornite a richiesta e devono essere altamente portabili all’interno dell’infrastruttura. La soluzione combinata consente al traffico, che sia in ingresso o in uscita dal data center, o che si sposti all’interno della struttura tra un’applicazione e l’altra, di rimanere completamente protetto da malware, APT e attacchi zero-day.