Alla convention Nrf, tante novità tecnologiche che cambieranno il futuro di rivenditiori e clienti

L’innovazione tecnologica sarà uno dei principali driver per il cambiamento nel 2012. È questo uno dei messaggi che hanno dominato la National Retail Federation Convention, l’evento di settore che si è svolto nei giorni scorsi a New York e che è servito da vetrina per le ultime e più importanti novità dedicate ai rivenditori.

 

Tra queste, non sono mancate le soluzioni di Hp: tecnologie per applicazioni Pos, (Point-of-sale), Mps (Managed print services) e self-service, ma anche prodotti per i dispositivi mobili, fino ai sistemi per la cartellonistica digitale e la stampa cloud. In particolare, l’azienda ha presentato nuovi lettori di codici a barre disponibili per l’area Emea, che facilitano la lettura dai dispositivi mobili; un touch wall interattivo di grandi dimensioni che permette agli utenti di provare un’esperienza interattiva con il brand; una soluzione Pos mobile basata sul tablet Pc Hp Slate 2.

 

Soluzioni di ultima generazione sono arrivate anche da Txt e-solutions, come la nuova release 4.0 di Cdmi per la pianificazione integrata, parte della suite Txtperform. Grazie a un nuovo “rule engine” per simulazioni, una gestione avanzata delle previsioni sulla base di pattern e rinnovate capacità simulative what-if, la release potenzia ulteriormente le caratteristiche di usabilità, le performance elevate e le capacità funzionali già proprie delle precedenti versioni. La convention è stata anche occasione per discutere le tematiche più hype del settore, ad esempio, le nuove opportunità in ambito cloud e mobile anche in ambito Plm. Tra queste, la possibilità di dotare nuove applicazioni mobile con funzionalità di “storyboard capture” per l’accesso immediato a tutte le immagini di collezione, una collaborazione più serrata tra team di lavoro, tempi di sviluppo prodotto ridotti.

 

E restando in tema di tecnologie che cambieranno il nostro futuro, Retapps, divisione Retail di Superpartes, ha presentato SmartBip, una soluzione integrata che permette agli utenti di utilizzare uno Smartphone come strumento di interazione con il punto vendita per fare la spesa in autonomia. Il Mobile self scanning offre al rivenditore un nuovo canale di fidelizzazione, sempre aperto e disponibile, per restare in contatto con i propri clienti per promozioni, comunicazioni commerciali e servizi innovativi. Il funzionamento è semplice: entrando nel negozio con un telefonino dotato dellʼapplicazione SmartBit, il cliente dovrà inquadrare, con la fotocamera del proprio dispositivo il Qr-code posto allʼinizio del percorso dʼacquisto. Per aggiungere e togliere i prodotti dal carrello, basta inquadrare il codice a barre stampato sugli stessi. I sistemi aziendali sono protetti da firewall per evitare accessi non autorizzati attraverso il wi-fi pubblico.