Con una nota inquietante, Gartner rende noto che nel 2012 il 60% dei server virtualizzati sarà meno sicuro dei server fisici che hanno rimpiazzato. La percentuale, non si sa dopo quanti danni, dovrebbe scendere al 30% entro il 2015. Secondo gli analisti la causa di tutto ciò sarebbe il mancato coinvolgimento dei team dedicati alla security nelle fasi iniziali dei progetti di deployment.
 
“Non è che la virtualizzazione sia insicura” si affretta a sgomberare il campo da maliziose interpretazioni, Neil MacDonald, vice president and Gartner fellow. “Il problema è che molti progetti sono sviluppati in modo insicuro. Le lacune sono quindi il frutto dell’immaturità di tool e processi e del training limitato di staff, reseller e consulenti”

In pratica, un sacco di gente deve fare esperienza e la farà sui progetti che sta sviluppando che pagheranno quindi lo scotto dell’inesperienza del settore. 

Secondo la società di ricerca, entro la fine del 2009 solo il 18% degli enterprise data center workloads che sarebbe potuto essere virtualizzato aveva raggiunto l’obiettivo, una percentuale che dovrebbe crescere del 50% entro il 2012.