Dynatrace controlla le interazioni serverless computing

Annunciata la disponibilità di performance monitoring per le funzioni AWS Lambda e per le interazioni vocali con Amazon Alexa

Con l’intento di supportare l’uso crescente di serverless computing, Alexa skills e deployment IoT con monitoraggio fino alle singole linee di codice, Dynatrace ha annunciato la disponibilità del monitoraggio per le funzioni serverless di AWS Lambda.

Diventa così possibile monitorare le performance su tutto il panorama omnichannel, coprendo web, mobile e ora anche le interazioni vocali con Amazon Alexa, che sta diventando una componente chiave delle esperienze multicanale.

Ottimizzare la user experience digitale
Obiettivo di Dynatrace: offrire, come con l’IoT, visibilità continua e strumenti automatizzati capaci di scoprire gli ambienti in real time, per avere un monitoraggio proattivo delle prestazioni ed evitare malfunzionamenti nell’Internet delle Cose.

In questo modo, con Dynatrace le aziende che utilizzano AWS Lambda possono contare su una maggiore visibilità sull’effettivo funzionamento del codice nelle funzioni AWS Lambda, e quindi comprenderne l’impatto sulle performance generali di un’applicazione e sulla user experience.

AWS Lambda consente, infatti, di eseguire facilmente codice in risposta a particolari eventi, come cambiamenti nei bucket di Amazon S3, aggiornamenti a una tabella Amazon DynamoDB, o eventi personalizzati generati da applicazioni o dispositivi. Dynatrace predispone automaticamente l’ambiente esecutivo in tempo reale, senza bisogno di modifiche a livello di codice, offrendo visibilità continua ed end-to-end su tutto lo stack.