Check Point Software: i router Huawei sfruttati per creare una nuova botnet

La vulnerabilità è già stata corretta

I ricercatori del team di Check Point Software Technologies , fornitore mondiale specializzato nel campo della sicurezza informatica, hanno identificato una vulnerabilità zero-day nel router domestico Huawei HG532 insieme a centinaia di migliaia di tentativi di sfruttarla in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti, in Italia, Germania ed Egitto.

L'obiettivo di questa vulnerabilità era quello di creare una nuova variante della botnet Mirai, la botnet responsabile del danno infrastrutturale globale nel 2016.

Non appena i risultati sono stati confermati, la vulnerabilità è stata segnalata a Huawei, in modo da mitigare un'ulteriore propagazione, e il team di sicurezza dell’azienda è riuscito a correggere rapidamente la vulnerabilità e ad aggiornare i propri clienti.