Da Juniper un unico centro di comando per i workload

Contrail Enterprise Multicloud permette l’orchestrazione e le analytics multicloud ready per qualsiasi cloud e in ambienti multivendor

Con l’intento di semplificare il percorso delle aziende verso un ambiente multicloud sicuro e automatizzato, Juniper Networks ha annunciato l’ampliamento di Contrail Enterprise Multicloud.

Obiettivo della nuova piattaforma: consentire funzionalità di controllo completo e gestione delle policy per qualsiasi workload in ambienti di rete fisici e virtuali, qualsiasi cloud e qualsiasi vendor.

La maggior parte delle aziende deve, infatti, affidarsi a due o più controller o sistema di gestione per gestire overlay, underlay e dispositivi di rete. Con le nuove funzionalità di orchestrazione e analytics avanzate multidominio di Contrail Enterprise Multicloud le aziende possono ora gestire e monitorare qualunque workload da un unico centro di comando. Ciò significa che gli ambienti che utilizzano molteplici ambienti cloud – pubblici, privati o entrambi – dispongono oggi di una soluzione di orchestrazione delle policy costruita su una piattaforma unica con un unico punto di controllo, offrendo un’infrastruttura coesiva multicloud-ready.

Contrail Enterprise Multicloud integra la gestione sia overlay sia underlay in una piattaforma aperta, con un approccio unificato alle operazioni enterprise che ottimizza i workflow e migliora la visibilità end to end sui server, i dispositivi di rete, le macchine virtuali e i contanier.

Basato su interfacce aperte e protocolli standard, Contrail Enterprise Multicloud può essere introdotto in diversi ambienti di rete, permettendo alle aziende di non legarsi a un particolare fornitore.

Inoltre, per la grande maggioranza delle imprese l’evoluzione multicloud si svilupperà in vari passaggi man mano che esse adotteranno e implementeranno nuove tecnologie. Le imprese dovranno approfittare di ogni opportunità per fare in modo sia di soddisfare i requisiti immediati sia di diventare sempre più multicloud ready. Per semplificare questa progressione Juniper rende disponibili queste nuove tecnologie che si affiancano al framework di migrazione multicloud in 5 fasi, recentemente presentato, che mette a disposizione delle aziende una serie di best practice, modelli di introduzione naturale delle tecnologie e raccomandazioni di prodotti e servizi che permettono di completare più agevolmente il percorso verso un multicloud sicuro e automatizzato.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Bikash Koley, Chief Technology Officer di Juniper Networks: «Operare in un mondo multicloud non significa solo connettività ma anche un’infrastruttura invisibile agli utenti. Con lo spostamento dei workload su cloud, le aziende necessitano di un’architettura unica e coesa con funzionalità di gestione e visibilità end to end. Raggiungere questo obiettivo è un processo lungo e complesso. Sfruttando Contrail Enterprise Multicloud come abilitatore multicloud end-to-end, le aziende ora dispongono di un’unica piattaforma per la gestione di overlay e underlay, ambienti di calcolo eterogenei, inclusi server bare metal, macchine virtuali, contenitori e dispositivi di rete, cloud privati e pubblici, orchestrazione delle politiche di rete e di sicurezza e analytics avanzate».