Una Forza Armata cyber per l’Italia?

A CyberTech Europe si il sottosegretario della Difesa Tofalo parla di un nuovo progetto

L’Italia sta già lavorando alla creazione di una Forza Armata Cyber che “dovrà proteggere la rete della Difesa e contemporaneamente svolgere anche un ruolo offensivo” afferma a Cybertech Europe 2018 il sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, sottolineando anche come la cyber difesa debba essere vista come un investimento, in cima alle priorità del Governo.

“Obiettivo primario – prosegue Tofalo – è quello di investire nella formazione costante e rendere sicure le reti. Come? Investendo innanzitutto sulle tecnologie e creando le basi per una forte industria della Difesa europea che possa insieme ai paesi membri sviluppare tecnologie competitive”.

Intanto si è già cominciato a lavorare potenziando le strutture esistenti come il CIOC (Comando interforze per le Operazioni Cibernetiche) e le cellule operative nei teatri (COC).

Il CIOC, una cyber unità abilitata a svolgere operazioni militari nel dominio cibernetico, sarà implementata anche nei teatri da Cellule Operative Cibernetich (COC), che andranno a lavorare in maniera sinergica in Italia per proteggere gli assetti militari, ormai sempre più digitalizzati, e per comandare, le possibili operazioni cyber nell’Area delle Operazioni militari.