Architettura a oggetti di BCLOUD e Cloudian per Brennercom

Il provider del mercato ICT e TLC che opera principalmente sull’asse Milano-Monaco di Baviera ha scelto l’architettura a oggetti di Cloudian

BCLOUD, unico Software Defined System Integrator italiano, e Cloudian, società americana specializzata in object storage, hanno realizzato un’architettura a oggetti per Brennercom.

L’importante provider del mercato ICT e TLC, che opera principalmente sull’asse Milano-Monaco di Baviera, era in cerca di una soluzione per far fronte alla crescente richiesta di servizi di data recovery e storage da parte dei suoi clienti.

Per rispondere a questa sfida BCLOUD ha utilizzato HyperStore, l’object storage di Cloudian, qui integrata per la parte di backup e conservazione dei dati con i prodotti Spectra Logic, per offrire una soluzione di archiviazione di oggetti scale-out basata su API S3.

Quest’ultima propone capacità illimitata, strumenti di gestione intuitivi e combina archiviazione di file e oggetti in un unico ambiente scalabile, per un risparmio del 70% di costi rispetto ai sistemi di archiviazione basati su disco tradizionali.

In cerca di scalabilità exabyte
Non a caso, Brennercom offre servizi innovativi di telecomunicazioni, telefonia e soluzioni IT attraverso tre data center certificati di Bolzano, Trento e Innsbruck, mentre la rete in fibra ottica e le centrali telefoniche di ultima generazione ne fanno una solida realtà nel mercato Nord Est italiano, in Austria e in Germania.

Da qui la preoccupazione di gestire in modo corretto la crescita delle informazioni che ogni giorno vengono prodotte e utilizzate.

Una risposta utile è arrivata dalla tecnologia object storage, che si differenzia dal data storage tradizionale per la maggiore flessibilità e scalabilità. Essa può essere installata ovunque e vi si può accedere da qualsiasi luogo grazie alla tecnologia basata su REST API, una metodologia HTTP/S, storage as a service (STaaS), utilizzata dai principali fornitori di servizi cloud con protocollo S3.

Le applicazioni che si avvalgono dello storage a oggetti sono quelle che producono milioni di informazioni digitali come documenti critici, legali, certificati (fatturazione, documenti a uso governativo, immagini e filmati prodotti in campo ospedaliero, e altro ancora), in grado di offrire alle imprese tutti i vantaggi in termini di affidabilità, versatilità e sicurezza.

Come riferito da Marco Spoldi, software defined storage BU director di BCLOUD, anche nel video girato ad hoc: «Brennercom aveva bisogno di un’architettura di object storage per gestire milioni di file e HyperStore è una soluzione perfetta per i service provider. La scalabilità exabyte di cui è caratterizzata le consente di essere un prodotto aggiornabile ed essendo basata su protocollo S3 implementato in maniera completamente nativa, permette di gestire le informazioni in cloud, ma con il controllo locale. Inoltre, in questo specifico caso la particolarità del doppio supporto magnetico, nastro e disco, è stata di fondamentale importanza».