Zucchetti per la sicurezza del GP di Monza, e non solo

Ancora una volta gli organizzatori si sono rivolti alla Zucchetti per la gestione degli accessi e alla società TicketOne per i servizi relativi a biglietteria e prevendita. Si sono registrati 130 mila accessi

Domenica 8 settembre 2013 si è concluso il Gran Premio di Monza di Formula 1, un evento sportivo che, come da tradizione, ha fatto registrare una notevole affluenza di pubblico tra prove libere, ufficiali e gara.
Ancora una volta gli organizzatori si sono rivolti alla
Zucchetti per la gestione degli accessi e alla società TicketOne per i servizi relativi a biglietteria e prevendita, una coppia di fornitori estremamente collaudata che, anche in questa occasione, ha garantito il corretto e regolare afflusso degli spettatori durante l’intera manifestazione.

“Da alcuni anni ormai ci viene affidata la sicurezza del Gran premio di Monza – dichiara Gilberto Polledri, responsabile dei sistemi di sicurezza e automazione Zucchettiperché si tratta di un evento che richiede non solo un alto livello di efficienza, ma anche molta versatilità per gestire nel modo corretto gli spettatori in transito dall’area parcheggio alle tribune oppure lo spostamento all’interno delle tribune stesse, nonché le diverse tipologie di biglietto, da quello giornaliero a quello valido per tutti i tre giorni della competizione. In questa edizione il sistema Zucchetti ha registrato circa 130.000 accessi tra venerdì e domenica, ripartiti sui 75 dispositivi palmari di controllo accessi e su 6 varchi muniti di tornelli che abbiamo utilizzato per gestire l’ingresso e l’uscita dall’Autodromo di Monza”.

La Zucchetti, dunque, sta ulteriormente rafforzando il suo primato in Italia per quanto riguarda la gestione della sicurezza in occasione di grandi eventi: “La gestione degli accessi richiede sempre una notevole attenzione e una grande flessibilità per soddisfare le esigenze di manifestazioni di qualsiasi genere – afferma Domenico Uggeri, vicepresidente della Zucchettisia quelle di carattere sportivo come gli Internazionali di tennis a Roma o il Gran Premio di Monza di Formula 1, sia quelle di intrattenimento come i concerti di Vasco Rossi a Torino e a Bologna, dei Green Day e di Beyoncé al Forum di Assago o di Zucchero all’Arena di Verona. È, infatti, fondamentale utilizzare dei sistemi che consentano di effettuare la verifica dell’autenticità del biglietto senza causare disagi agli spettatori in termini di formazione di code o di ritardi nell’accesso all’impianto”.