Kaspersky annuncia “GReAT Ideas, Powered by SAS”

La serie di incontri online annunciata da Kaspersky è pensata per presentare le ultime novità in tema di minacce sofisticate

Con “GReAT Ideas, Powered by SAS”, Kaspersky dà il via a una serie di conferenze online, create per presentare le ultime novità in materia di sicurezza informatica a cui si può assistere comodamente da casa propria.

Il primo evento si terrà il 17 giugno 2020 e sarà organizzato dal GReAT (il Global Research and Analysis Team di Kaspersky), gruppo che si occupa di scoprire le APT, le campagne di spionaggio informatico, i principali malware, i ransomware e i nuovi trend del cyber-crimine underground nel mondo, permetterà al pubblico di partecipare a una vera conferenza sulla cybersecurity tranquillamente da casa. L’evento online è aperto gratuitamente a tutti i professionisti e gli appassionati di threat intelligence di tutto il mondo.

Questa serie di incontri, denominata “GReAT Ideas. Powered by SAS”, fornirà uno spaccato sul modo di agire del GReAT. Questi appuntamenti si ispireranno ai consueti incontri interni del team e all’atmosfera distesa del Security Analyst Summit per lo scambio di conoscenze. Gli spettatori riceveranno delle informazioni sul panorama delle minacce, tra cui i recenti casi rilevati delle minacce e delle tecniche utilizzate nel mondo della sicurezza informatica, spiegati direttamente dagli esperti del GReAT.

Gli appuntamenti approfondiranno i più recenti casi APT, gli insight, gli strumenti in-house realizzati su misura, nonché esempi concreti dell’utilizzo della threat intelligence e dei prodotti Kaspersky, e molto altro ancora.

Ogni intervento prevede quattro presentazioni di 15-20 minuti su strumenti all’avanguardia, progetti in corso e le più recenti APT scoperte dal GReAT.

Il primo “GReAT Ideas. Powered by SAS” approfondirà i seguenti argomenti:

–        Case study sull’attribuzione degli attacchi agli autori delle minacce

–        Threat hunting con il nuovo sistema di attribuzione dei malware di Kaspersky

–        Microcin-2020: il ban dei programmatori GitLab, async sockets e il “sock”

–        La nuova generazione di IoT honeypots

Come riferito in una nota ufficiale da Costin Raiu, Direttore del GReAT di Kaspersky: «Dato il cambiamento in atto, abbiamo sentito la necessità di sostenere la community di cybersecurity. Connettersi e confrontarsi durante le varie conferenze offline fino a poco tempo fa ha aiutato molti professionisti a migliorarsi costantemente, ma adesso incontrarsi è diventato molto più difficile. Con “GReAT Ideas” vogliamo ovviare a questa condizione, connetterci in modo informale con i ricercatori, chi difende la rete e, in ultima istanza, con tutti i membri della community di threat intelligence, oltre a condividere e discutere le osservazioni e le scoperte che potrebbero aiutare i threat hunters a diventare degli ottimi professionisti della sicurezza informatica».

Per saperne di più su “GReAT Ideas. Powered by SAS” e per registrarsi al primo incontro online, cliccate QUI