Talentia Software annuncia la più recente versione del noto strumento software dedicato all’attività di Corporate Performance Management. Talentia Cpm, la piattaforma modulare che integra i processi strategici dell’azienda, si caratterizza per la sua flessibilità. Dotata di pre-parametraggi che ne facilitano l’installazione, di un front end in Excel e di funzionalità di Business Intelligence, è inoltre multilingua e si interfaccia rapidamente con i più diffusi sistemi di contabilità ed ERP.

Forte di queste caratteristiche già consolidate, la versione 6.4, che verrà presentata ufficialmente il 3 ottobre 2013 in occasione della settima edizione della Customer Conference di Talentia Software, si arricchisce di un importante aggiornamento: il modulo e-Collect, il quale permette di automatizzare la fase di raccolta dati, la mappatura degli indicatori, il controllo e l’alimentazione dei pacchetti dei diversi rapporti finanziari consolidati dell’azienda, con il caricamento dei dati utente attraverso il Web.
Normalmente, nei progetti di Cpm, la problematica maggiore riguarda l’aspetto di caricamento dei dati a sistema – spiega Fabrizio Viganò, Cpm Project Manager di Talentia SoftwareLa difficoltà tecnica è relativa al fatto che i codici dei conti che sono presenti in un sistema di Cpm non sono gli stessi che si trovano nei sistemi in cui vengono prelevati i dati. In questo contesto è necessario creare una mappatura tra il conto d’origine e il conto di destinazione in file extra-sistema, così da avere una procedura in grado di leggere la corrispondenza tra i codici. Il valore aggiunto di e-Collect è dunque quello di costituire degli ambienti interni al sistema dove viene creata la mappatura.

In Talentia Cpm gioca un ruolo di primaria importanza anche il modulo e-Shareholding, già introdotto nella precedente versione e qui potenziato nelle sue funzionalità, che permette di definire automaticamente l’area di consolidamento partendo dal portafoglio titoli.
Nei gruppi che possiedono numerose partecipazioni in diverse società, il consolidatore si trova spesso a dover eseguire laboriosi calcoli manuali per poter determinare le varie percentuali di interesse e aggiornare l’area di consolidamento – commenta ViganòCon il nuovo modulo è invece possibile calcolare automaticamente i rapporti societari e avviare il metodo di consolidamento di ciascuna delle entità, consentendo così la generazione automatica dell’organigramma della struttura giuridico-societaria dell’area di consolidamento”.