Le nuove versioni di Purity distribuite con il programma Evergreen permettono di implementare sin da subito funzionalità storage avanzate

Pure Storage

Pure Storage annuncia miglioramenti al suo portafoglio di unified storage, ampliando la propria leadership nel mercato storage enterprise ed espandendosi in nuovi settori verticali. Gli aggiornamenti del software di punta Purity per FlashBlade e FlashArray accelerano le applicazioni Windows, offrono protezione ransomware attraverso file, blocchi e applicazioni cloud-based native e rendono obsoleto lo storage ibrido sia per i workload dei dipartimenti che dei data center con una piattaforma FlashArray//C all-QLC di terza generazione.

Gli ultimi aggiornamenti, forniti attraverso il modello in abbonamento Pure Evergreen promuovono la visione dell’azienda per una Modern Data Experience.

Portfolio file completo per casi d’uso sempre più ampi

I nuovi aggiornamenti estendono la leadership di settore di FlashBlade grazie al nuovo supporto SMB nativo. In questo modo si ottengono semplicità e prestazioni multidimensionali per un throughput elevato e IOPS a bassa latenza per supportare più workload contemporaneamente, file di qualsiasi dimensione e accesso I/O sequenziale o random.

I clienti possono accelerare le applicazioni di Windows con un ricco set di data services già disponibili, come Replication, File System Rollback, e SafeMode Snapshot per il rapid recovery in caso di attacco ransomware. Pure dispone di soluzioni convalidate per diverse applicazioni PACS usate nella sanità e i backup di SQL Server a velocità superiori a 1TB/min per le farm SQL che richiedono rapidità nel backup e recovery.

Il nuovo design Cross-Protocol File Security di FlashBlade introduce l’interoperabilità del controllo sugli accessi tra utenti SMB e utenti NFS rispettando le ACL (Access Control List) di entrambi i protocolli per essere conformi alle normative sulla sicurezza vigenti.

L’architettura scale-up di FlashArray bilancia prestazioni e capacità, offrendo servizi file operativi per VDI, consolidamento di file server, home directory di utenti e condivisione di file. Le capacità dei file in FlashArray aumentano il valore delle funzionalità interne come la deduplica e la compressione.

Protezione storage completa contro il ransomware

FlashBlade e FlashArray sono ora entrambi potenziati dalle snapshot SafeMode, offrendo un portafoglio completo di strumenti di protezione per garantire che i dati siano sempre al sicuro e recuperabili in pochi secondi. Le snapshot non modificabili e la conservazione basata su policy proteggono le aziende dal rischio di perdite di profitti, pagamenti di riscatti e danni al brand associati agli attacchi ransomware.

FlashBlade, la piattaforma Unified Fast File and Object (UFFO), fornisce una sicurezza superiore degli oggetti mediante semplici policy utente S3 che implementano il controllo degli accessi a livello utente. Il monitoraggio granulare delle performance a livello utente risponde a un’esigenza critica per la visibilità in tempo reale sugli utenti più attivi, mentre la disponibilità di API/SDK unificati migliora l’automazione tra FlashBlade, FlashArray e Pure1 con REST API e SDK Python unificati.

Disaster Recovery migliorato con ActiveCluster su Fibre Channel: ActiveCluster offre soluzioni di stretch clustering per applicazioni critiche su qualsiasi fabric. ActiveCluster è integrato con Pure1 Cloud Mediator, che elimina la necessità di gestire un witness in un sito terzo e consente di aggiungere un sito terzo di recovery ovunque nel mondo.

Prestazioni rivoluzionarie per le applicazioni Tier 1: primo sul mercato con NVMe over Fabrics, Pure continua ad accelerare la sua leadership di mercato fornendo un’architettura interamente NVMe per Flash, Direct Memory Modules, replica e ora supporto sia per NVMe su Fibre Channel che per Ethernet. Il supporto per NVMe può ridurre la latenza applicativa fino al 50%, riducendola a centinaia di microsecondi.

La terza generazione di FlashArray//C rende lo storage ibrido obsoleto: le nuove release di FlashArray//C40 e FlashArray//C60 dimostrano il ritmo rapido dell’innovazione di Pure ed estendono una storia di leadership in ambito flash che è ancora ineguagliata nel settore. Mentre altri vendor competono per portare QLC sul mercato, FlashArray//C può ora sostituire i dischi legacy in deployment di ogni dimensione, che vanno dal consolidamento dipartimentale a quello del data center.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Ajay Singh, Chief Product Officer, Pure Storage: «Pure è stata nominata Leader nell’ultimo Gartner Magic Quadrant for Primary Storage Arrays e si è posizionata più in alto e più a destra su entrambi gli assi del quadrante in quanto stiamo eliminando la complessità dello storage legacy che semplicemente non è progettato per l’era digitale. La nostra visione di una Modern Data Experience permette alle organizzazioni di innovare rendendo lo storage un’esperienza dinamica, basata su cloud, flessibile, on-demand e disponibile as code».