Secondo una recente indagine condotta da Ponemon Institute, il costo medio annuo del crimine informatico è cresciuto del 78% ed il tempo di risoluzione necessario per risolvere un attacco è aumentato del 130%

[section_title title=Il costo degli attacchi]

La frequenza e il tempo di risoluzione degli attacchi informatici sono in costante crescita per il quarto anno consecutivo. Lo rivela l’indagine “2013 Cost of Cyber Crime Study”, condotta dal Ponemon Institute per conto di HP Enterprise Security Products.

Il costo medio annuo del crimine informatico riscontrato su un campione di aziende degli Stati Uniti è di 11,56 milioni di dollari, con un incremento del 78% rispetto ai dati rilevati quattro anni fa nella prima edizione dell’indagine. Il tempo necessario per risolvere un attacco informatico è aumentato di quasi il 130% nello stesso periodo e il costo medio per la risoluzione di un singolo attacco ammonta a oltre 1 milione di dollari.

Alla base di ciò la sempre più alta specializzazione dei pirati informatici, che condividono i risultati della loro intelligence al fine di carpire i dati sensibili ed ostacolare le funzioni aziendali critiche. Secondo la recente indagine, è possibile limitare notevolmente i rischi per la sicurezza dei dati e ridurre il costo dei crimini informatici dotandosi di strumenti di security intelligence avanzati, come le soluzioni Siem (Security Information and Event Management), di sistemi di intelligence di rete e di funzioni di analisi dei Big Data.
Lo scenario delle minacce informatiche continua ad evolvere per effetto dell’aumento dei livelli di complessità, frequenza e impatto economico degli attacchi informatici – ha affermato Frank Mong, Vice President e General Manager, Solutions, Enterprise Security Products, Hp – .Per il quarto anno consecutivo abbiamo potuto osservare i risparmi nei costi che gli strumenti di sicurezza intelligenti e le procedure di governance possono offrire alle aziende. Noi di Hp siamo costantemente impegnati nell’offerta di soluzioni all’avanguardia del settore e nel tentativo di contrastare sempre più efficacemente il ciclo di vita della pirateria informatica”.

Larry Ponemon, Chairman e fondatore di Ponemon Institute, ha dichiarato: “Le informazioni sono un’arma potente a disposizione dell’arsenale di sicurezza informatica delle aziende. Sulla base della nostra esperienza pratica e di interviste approfondite con oltre 1.000 professionisti della sicurezza in tutto il mondo, “Cost of Cyber Crime” offre utili insight sulle cause e i costi degli attacchi informatici. L’indagine mira a supportare le aziende nella scelta delle soluzioni più efficienti in termini di costi per il contenimento dei loro rischi prioritari”.

Per analizzare più nel dettaglio i risultati dell’indagine 2013 Cost of Cyber Crime Study”, consultare la pagina successiva “Dati salienti e costi reali”.