Orange Business Services ha posto il cloud computing al centro della sua strategia. L’obiettivo è diventare leader mondiale nell’erogazione di servizi cloud con Flexible Computing, la sua offerta Infrastructure as a Service di punta, basata su NetApp, che attualmente vanta 600 clienti nel mondo.

“Nel 2010, Orange Business Services era a un bivio. Doveva innovare sviluppando nuove aree di crescita e offerte commerciali per essere più competitiva e aumentare i profitti. Il cloud computing è il cuore pulsante della nostra strategia e la scelta dei soggetti con cui collaborare è stata fondamentale per progettare la migliore soluzione possibile – ha spiegato Thierry Bonhomme, Ceo di Orange Business Services –. In fase di progettazione di Flexible Computing, NetApp ha dimostrato di saper offrire la scalabilità, le operazioni senza interruzioni, l’efficienza e la sicurezza di cui avevamo bisogno per erogare servizi cloud on-demand. I nostri servizi Flexible Computing ci permettono di accelerare la crescita e di consolidare la nostra reputazione come cloud provider. NetApp è un partner strategico di Orange Business Services e rivestirà un ruolo di primo piano nella crescita delle nostre attività globali nell’ambito dei servizi cloud”.

Con una capacità di storage su NetApp superiore a 35 PB, i clienti di Orange Business Services potranno far leva su una combinazione di risorse Orange e NetApp per gestire le proprie infrastrutture nel cloud. Tra le caratteristiche fondamentali si annoverano la scalabilità perfetta, la gestione semplificata dei dati, ed un livello di sicurezza enterprise.
Grazie al caching intelligente NetApp Flash Cache, Orange Business Services ha registrato un 
risparmio notevole in termini di energia, raffreddamento e spazio nel rack, utilizzando unità Sata convenienti e a elevata capacità, riducendo la latenza di ben dieci volte