Sophos ha potenziato le proprie soluzioni per la sicurezza di dati personali e network aziendali: la suite Endpoint Security and Data Protection di Sophos è infatti ora dotata anche di tecnologia cloud-based Sophos Live Protection.
 
Tre sono le nuove tecnologie inserite nella suite Endpoint Security and Data Protection 9.5 di Sophos: Sophos Live anti-virus analizza i file sospetti bloccandoli: il database di Sophos Live Protection viene quindi integrato in tempo reale, eliminando la “dipendenza” da update e patch di aggiornamento;

Sophos Live Url filtering impedisce l’accesso agli Url maligni, identificati all’interno di un database di oltre 11 milioni di indirizzi, costantemente aggiornato dai Sophos Labs;

Sophos runtime behaviour detection associa a ciascun file uno specifico profilo in modalità pre e post execution: ciò permette di monitorare il comportamento dei file sospetti, rendendo possibile la tempestiva identificazione di qualsiasi forma di malware.
Oltre alle numerose piattaforme già supportate, la suite Endpoint Security and Data Protection di Sophos è ora compatibile anche Microsoft Hyper-V e vSphere di VMWare, estendendo la propria capacità di protezione anche agli ambienti virtualizzati.
 La nuova versione 9.5 è inoltre dotata della tecnologia Tamper Protection, che previene la disattivazione, volontaria o accidentale, delle principali impostazioni di sicurezza quali anti-virus, firewall e update di sistema.

Endpoint Security and Data Protection di Sophos  viene venduta come licenza di sottoscrizione per singolo utente, prevede la possibilità di agevolazioni pluriennali e include aggiornamenti di prodotto, update e assistenza tecnica 24x7x365. Gli utenti che già hanno acquistato la suite Endpoint Security and Data Protection possono effettuare gratuitamente l’aggiornamento alla versione 9.5.