Compuware velocizza il processo di problem solving

Solo il 31% dei Cio indica un livello accettabile di cooperazione tra i reparti tecnologici. Compuware rafforza la collaborazione per accelerare la risoluzione degli errori

Compuware Corporation ha unificato la propria rivoluzionaria soluzione Compuware Apm for Mainframe con le soluzioni di Developer Productivity per eliminare le barriere che dividono il team di Sviluppatori e Controllo qualità dagli It operation. Oggi è possibile identificare automaticamente tutte le informazioni su ciascun problema in modo dettagliato, per consentire al team di sviluppo di avviare il processo di risoluzione e accelerare la distribuzione dei servizi It.

Il passaggio di informazione da Operation o QA al team di Sviluppo è un momento critico, e sottovalutato, del processo di risoluzione del problema, da cui dipende la velocità di risoluzione degli errori. Ancora oggi, questo tipo di collaborazione è assente in molte aziende del settore It che preferiscono affidarsi all’intervento umano e a una comunicazione parziale dei problemi. Un’autorevole ricerca internazionale sui Cio ha evidenziato che solo il 31% degli intervistati indica un livello accettabile di cooperazione tra i reparti tecnologici e l’81% è convinto sia necessario colmare il divario esistente tra i vari team in modo che l’It, nel suo complesso, possa avere un approccio univoco alla risoluzione dei problemi. Inoltre, è emerso che, quando si tratta di notificare un problema al team di Sviluppo, il 60% delle organizzazioni si affida all’intervento manuale.
Grazie a un’
altra ricerca, Compuware ha scoperto che il 48% dei responsabili It ha quotidianamente a che fare con un problema di performance e l’81% ha indicato che lo stesso insuccesso è affrontato più volte.

Compuware prova a risolvere l’annosa questione unificando gli strumenti usati per trovare i problemi con quelli impiegati per la riparazione. Utilizzando Compuware Apm per Mainframe (Strobe e PurePath per z/OS Cics) e Abend-Aid, i team It Operation e QA possono definire velocemente e con precisione sia la causa del problema di performarce che le eccezioni relative alle applicazioni mainframe. Gli Operations manager produrranno una “fix request” ciascuno dalla propria dashboard, che automaticamente raccoglie gli insight relativi al problema. La richiesta arriva a Workbench di Compuware, un moderno ambiente di sviluppo attraverso il quale il team di Sviluppo può accedere alla suite completa di soluzioni Compuware dedicate al Developer Productivity per ri-creare il problema, effettuare il debug e, infine, correggere l’errore. Questa nuova funzionalità consente una collaborazione continua tra gli Operations Manager e il team di Sviluppo, alla base del modello DevOps che molti clienti cominciano a incorporare all’interno dei propri ambienti It.

Grazie alla nostra ricerca sappiamo che i Cio riscontrano spesso fallimenti con le applicazioni e sono in aumento le difficoltà nella risoluzione dei problemi – ha dichiarato Kris Manery, Senior Vice President e General Manager, Compuware Mainframe Solutions -. Per continuare il nostro progetto dedicato alla piattaforma z/OS, non vogliamo solamente fornire ai reparti It una completa visibilità sulla catena di distribuzione delle performance delle applicazioni, ma vogliamo che il team di Sviluppo sia in grado di raccogliere tutti i dettagli necessari per ri-creare il problema o le eccezioni, effettuare il debug, i test e infine risolvere gli errori velocemente. Crediamo che questi progressi portino ai nostri clienti un significativo miglioramento della produttività e ad una riduzione del time-to-market”.