Ibm ha acquisito Blade Network Technologies, società californiana specializzata in software e dispositivi per il routing di dati e transazioni da e verso i server. La conclusione dell’acquisizione è prevista per il quarto semestre 2010. Non sono stati resi noti i termini finanziari.

Blade fornisce server blade e switch top-of-rack, oltre a software per virtualizzare e gestire il cloud computing e altri carichi di lavoro. Tra i suoi clienti figura più di metà delle società presenti nella classifica Fortune 500, in 26 settori verticali, quali automotive, servizi di telecomunicazioni, istruzione, pubblica amministrazione, Sanità, difesa e finanza. La collaborazione tra Ibm e Blade è iniziata nel 2002 e ha portato a migliaia di progetti/clienti congiunti. Infatti, oltre il 50% degli Ibm System x BladeCenters attualmente è collegato o utilizza prodotti della società acquisita.

Gli switch e il software Blade sono progettati per migliorare le prestazioni dei sistemi per una più rapida distribuzione delle informazioni, per ottimizzare gli ambienti virtuali e per ridurre il consumo di energia.

Blade fornisce il software che aiuta a soddisfare le elevate esigenze di virtualizzazione degli ambienti di cloud computing. Il software consente una più stretta integrazione dei server con la rete, in modo tale che i clienti possano installare migliaia di macchine virtuali per eseguire grandi carichi di lavoro applicativi nel cloud, riducendo  la complessità grazie a una gestione semplificata.