Zambon sceglie AirWatch

“Avevamo bisogno di una soluzione mobile che ci consentisse di proteggere e gestire con facilità i nostri iPad, garantendo un elevato livello di sicurezza dei dati aziendali”, dichiara Federico Marzio di Zambon

Zambon è una realtà imprenditoriale italiana che da 108 anni opera nell’industria chimica e farmaceutica. Il Gruppo ha investito 132 milioni di euro a sostegno della ricerca per il quinquennio 2013-2017, ed impiega oggi più di 2.600 collaboratori in 73 paesi e 15 filiali operative.
Prima di adottare una soluzione di Enterprise Mobility Management (Emm), i dipendenti Zambon utilizzavano laptop per accedere alla rete aziendale. Nel 2011, la leadership di Zambon ha deciso di adottare un modello mobile, dotando la forza di vendita di iPad per favorire un lavoro più efficiente e l’esecuzione di operazioni sul campo. Per via del gran numero di dati riservati coinvolti, si è reso necessario adottare una soluzione mobile per proteggere il flusso di informazioni e per consentire alla forza vendita di accedere in maniera sicura ai documenti ed alle applicazioni tramite i propri dispositivi.
“Avevamo bisogno di una soluzione mobile che ci consentisse di proteggere e gestire con facilità i nostri iPad, garantendo un elevato livello di sicurezza dei dati aziendali – spiega Federico Marzio, It, Business Area Marketing & Sales di Zambon Group –. Vi era inoltre la necessità di distribuire le applicazioni interne dall’enterprise app store”.

Zambon ha effettuato una ricerca sui fornitori di soluzioni di Enterprise Mobility Management ed analizzato i principali player mondiali presenti negli studi di Gartner, tra cui figurava AirWatch“Abbiamo anche ricevuto un’ottima referenza da un’azienda leader nelle telecomunicazioni che fornisce piani telefonici e dati, noleggio iPad ed il servizio di sicurezza sugli iPad stessi tramite AirWatch”, commenta Marzio.
L’implementazione della soluzione AirWatch ha richiesto due settimane ed una sola persona del team informatico Zambon è stata in grado di preparare manualmente l’ambiente, per assicurare un processo di implementazione fluido. 
“La soluzione AirWatch è intuitiva e il supporto che abbiamo ricevuto è stato fantastico, quindi siamo stati in grado di preparare i dispositivi in anticipo rispetto alla nostra scadenza. La percezione di AirWatch da parte dei dipendenti è molto favorevole – aggiunge Marzio –. Non abbiamo incontrato nessuna resistenza allo sviluppo della nuova soluzione da parte dei nostri collaboratori, poichè i nostri dirigenti sono stati trasparenti e hanno fatto buon lavoro nello spiegare i benefici che AirWatch fornisce alla nostra organizzazione, tra cui maggiore sicurezza e flessibilità”.

In Europa, Zambon ha attualmente registrato con AirWatch 120 iPad, 80 dei quali in Italia ed il resto in Olanda, Belgio e Spagna. Ulteriori 140 tablet sono in uso presso gli uffici in Brasile. All’interno dell’organizzazione, i tablet sono utilizzati principalmente dalla forza vendita e dal management. La soluzione Mobile Device Management (Mdm) di AirWatch è utilizzata per gestire e proteggere la flotta di dispositivi mobili, bloccando e rimuovendo tutti i dati aziendali nel caso in cui vengano persi o rubati.

Zambon utilizza il Mobile Application Management (Mam) di AirWatch per distribuire le applicazioni pubbliche e acquistate tramite l’enterprise app store. L’azienda, inoltre, ha sviluppato tre applicazioni interne: un’app per la registrazione degli ordini destinata alla forza di vendita sul campo, un’app per facilitare le operazioni dei promotori scientifici e infine un’app in grado di visualizzare eVisuals sull’iPad, eliminando l’ingombro della carta.