Kirio e Presezzi Extrusion Group: l’informatica fa crescere l’industria

135

Kirio, software house bolognese, è il ‘braccio informatico’ di Presezzi Extrusion Group: ripercorriamo in breve la storia della loro partnership






Kirio, software house nata nel 2000 e sita in Bologna, ha firmato un accordo con Presezzi Extrusion Group, azienda che si occupa di progettazione e realizzazione di presse per estrusione di profili in alluminio, hard alloy, rame e ottone. Kirio sarà il braccio informatico della società, di cui è opportuno tracciare un breve quadro prima di entrare nel dettaglio dell’accordo.

Presezzi & Kirio
Presezzi Group è fondata da Valerio Presezzi nel 1994 in Brianza, precisamente a Vimercate. Nel corso degli anni consolida e amplia la propria offerta: inizia con l’ acquisizione della Reiter & Crippa srl e termina nel 2013 con l’acquisizione di altre importanti realtà nel comparto industriale metallurgico come Profile Automation Srl, Coim Srl. Con oltre 140 dipendenti e circa 53 milioni di euro di fatturato, l’azienda riceve commesse da tutto il mondo.

L’espansione della società genera la necessità di uniformare la parte IT delle aziende che costituiscono il Gruppo. Presezzi sceglie Kirio come partner tecnologico, per consentire il corretto dimensionamento di infrastrutture IT presso la sede dei clienti o in ambiente cloud. “Kirio è stata fin dall’inizio al nostro fianco per tutte le verticalizzazioni che abbiamo fatto sul gestionale, Mago di Microarea” ha raccontato Bruno Presezzi, Amministratore delegato dell’azienda. Il rapporto tra le due società, però, si evolve: nel 2010 Presezzi acquisisce delle quote di Kirio, che diventa ufficialmente il ‘braccio informatico’ del gruppo. Il compito di Kirio, che va oltre la semplice partnership, è analizzare i flussi informativi e snellire le parti di gestione e delle commesse.

I vertical firmati Kirio
Al software gestionale di cui sopra, Mago.Net, sono stati affiancati numerosi vertical sviluppati da Kirio. K-Logistic, per esempio, assicura la tracciabilità dei componenti che giungono al magazzino e che vengono poi distribuiti. Una gestione più snella e precisa aiuta inoltre a contenere i costi: “L’ufficio acquisti pensa i potenziali costi per ogni macchina al momento dell’offerta – ha affermato Bruno Presezzi – perchè ogni nostro prodotto è personalizzato. Il commerciale, poi, decide i singoli prezzi per ogni macchina“.

Come si evince dalla natura della collaborazione, Kirio è a tutti gli effetti una divisione dell’azienda che ne segue e ne facilita la crescita con l’innovazione tecnologica. “Ricerca e sviluppo sono tra le voci d’investimento più importanti – ha concluso Valerio Presezzi. – Risparmio energetico, programmi di completa gestione per la produzione, qualità del prodotto estruso: non possiamo pensare che tutto questo avvenga senza un supporto informatico“.