Ecco come cresce e si migliora il Data Fabric di NetApp

397

Il nuovo Data Fabric aiuta i clienti ad accelerare e proteggere i dati, ridurre i costi e creare le architetture datacenter di nuova generazione

NetApp ha annunciato ulteriori miglioramenti a Data Fabric, già parte integrante di oltre 300.000 sistemi e implementazioni software.
Arricchito con le nuove release software, tra cui NetApp SolidFire Element OS, StorageGRID Webscale, ONTAP e OnCommand Insight, il nuovo NetApp Data Fabric offre servizi dati per il cloud ibrido coerenti e integrati, per aiutare i clienti ad accelerare e proteggere i dati, ridurre i costi e creare facilmente le architetture di datacenter di nuova generazione.

Ricavare valore dalla totalità dei dati
Il Data Fabric di NetApp offre un approccio olistico che si rivela sicuro, efficiente e a prova di futuro, fornendo anche una certa libertà di scelta.
La soluzione aiuta, infatti, a rimanere un passo avanti rispetto alla straordinaria crescita dei dati di cui le aziende sono testimoni mentre, per alcuni, la base clienti raddoppia ogni anno.

Ma mentre quest’ultimi utilizzano le funzionalità del cloud come parte della propria digital transformation, la necessità di gestire i dati attraverso soluzioni cloud multiple e di It tradizionale diventa critica per le aziende.

Come riferito in una nota ufficiale da Brett Roscoe, vice president, Product, Solutions and Services Marketing di NetApp: «Il notevole aumento dei carichi di lavoro incentrati sui dati nel cloud è il motivo per cui il Data Fabric di NetApp rappresenta un elemento di impulso importante della trasformazione di business per creare nuovi punti di contatto con i clienti, nuove opportunità di business e una maggiore efficienza».

Per un’architettura cloud di datacenter di nuova generazione
NetApp SolidFire Element OS 10 e StorageGRID Webscale 11 semplificano la creazione di un’architettura cloud di datacenter di nuova generazione, estendendo il Data Fabric per liberare il pieno potenziale dei dati in tutti gli ambienti NetApp.

Dal canto suo, NetApp SolidFire offre integrazione del Data Fabric nei sistemi operativi. La nuova integrazione di NetApp SnapMirror supporta lo spostamento dei dati dai sistemi Element OS ai sistemi ONTAP attraverso il data fabric. I dati remoti sono disponibili per la protezione e il disaster recovery oltre che per altri casi di utilizzo come lo sviluppo, gli analytics o l'archiviazione centralizzata.

Diventa, inoltre, possibile per i clienti allineare gli obiettivi di business ai livelli di servizio It. Con SolidFire Element OS, le aziende possono utilizzare storage agile e software-defined in maniera più allineata agli obiettivi di business, mentre NetApp HCI offre performance elevate, scalabilità e risparmio sui costi.

Costruito sull'innovazione di SolidFire, NetApp HCI offre alle aziende, alle medie imprese e ai service provider la sicurezza di consolidare facilmente tutti i carichi di lavoro e di scalare in modo da non sprecare risorse. Possono anche garantire le performance richieste dalle applicazioni di data center di nuova generazione.

A sua volta, StorageGRID Webscale 11 propone più potere agli utenti. La stretta integrazione con Amazon Web Services (AWS) consente una facile implementazione della pipeline di dati di cloud ibrido con AWS. I clienti possono eseguire il mirroring istantaneo dei dati on-premise con Amazon S3 utilizzando la StorageGRID Webscale CloudMirror Technology.

Non manca, poi, maggiore efficienza per fruttare il computing senza server tramite notifiche per i servizi dati come Amazon Elastic MapReduce, Rekognition e Elasticsearch, anche con lo storage on-premise.

Infine, il software NetApp ONTAP 9.3, migliora le performance con Adaptive QoS, che semplifica la configurazione con l’applicazione ottimizzata delle policy QoS e adatta automaticamente i livelli QoS alle modifiche del workload.

Ottimizzando la deduplica, ONTAP 9.3 aiuta le aziende e migliora i risparmi di capacità del 30%. Questa maggiore efficienza ONTAP è stata incorporata nella garanzia NetApp All-Flash Capacity Guarantee, che garantisce che i clienti raggiungeranno risparmi di capacità specifici del workload oppure NetApp si farà carico della differenza.

ONTAP 9.3 offre, infine, maggiore sicurezza e nuovi requisiti di conformità con gestione delle chiavi esterna per l’autenticazione NetApp Volume Encryption e multifactor, mentre OnCommand Insight, con il nuovo monitoraggio dei costi nel cloud, offre una visione completa dell’infrastruttura It dell’organizzazione, indipendentemente da dove risieda, on-premise o nel cloud.