La società ha ampliato il portafoglio con l’introduzione di prodotti e soluzioni. La novità principale è Isilon HD400

EMC_DataLakeFoundation

Storage efficiente, scalabilità imponente, flessibilità operativa crescente, qualità di tipo enterprise e analisi Big Data sono i pillar su cui si fonda l’approccio Data Lake Foundation, un approccio studiato da EMC per venire incontro alle nuove esigenze delle aziende, che evidenziano sempre più un’inaudita crescita di dati e la necessità di gestire “isole” di storage.
Data Lake Foundation, l’infrastruttura storage che sostiene la soluzione Business Data Lake ottiene ora nuovo sostegno con l’uscita di nuovi prodotti e soluzioni.
Il portafoglio EMC Data Lake comprende due prodotti che mettono a disposizione dei clienti tutto quello che serve per archiviare, proteggere, mettere in sicurezza, gestire e analizzare i dati non strutturati. EMC Isilon è una soluzione Data Lake Foundation che fornisce bilanciamento tra performance e capacità di analisi dei woarkload, mentre EMC Elastic Cloud Storage (ECS) garantisce capacità di analisi geo-distribuite.

La nuova piattaforma Isilon HD400 incrementa di due volte e mezzo il livello di prestazioni, permettendo ai clienti di scalare il loro Data Lake Foundation da 50PB all’interno del singolo cluster.
In aggiunta, EMC ha introdotto anche caratteristiche che abilitano i clienti ad ottenere approfondimenti dai dati all’interno del Data Lake. Il nuovo sistema operativo OneFS 7.2 supporterà nuove versioni dei protocolli Hadoop tra cui HDFS 2.3 e HDFS 2.4.
Annunciato, inoltre, il supporto a OpenStack Swift sia per file sia per oggetti – i dati non strutturati che crescono rapidamente.

La chiave per offrire valore è fare leva sui potenti strumenti di analisi che i partner ISV come Cloudera e Pivotal forniscono. Le applicazioni di questi partner sono certificate per Isilon Data Lake Foundation. E oggi EMC annuncia la certificazione relativa anche a  Hortonworks.