Application Lifecycle Management: HPE presenta un nuovo software per ambienti DevOps e Agile

La nuova soluzione fa leva su open source e capacità di analytics integrate per velocizzare il rilascio di software di alta qualità

Hewlett Packard Enterprise ha annunciato la disponibilità di HPE ALM Octane, un software per Application Lifecycle Management (ALM) studiato per aiutare i clienti ad accelerare i processi DevOps. Questa nuova soluzione fa leva su toolset di sviluppo largamente utilizzati come Jenkins e GIT per supportare la qualità continua dei team che seguono le metodologie Lean, Agile e DevOps. HPE ALM Octane fornisce a sviluppatori e tester una serie di informazioni utili per poter rilasciare rapidamente le applicazioni senza dover sacrificare né la qualità né l’end-user experience.

Le principali caratteristiche di HPE ALM Octane comprendono:

– Toolchain open source di sviluppo e test: HPE ALM Octane è integrato con una serie di strumenti largamente diffusi dedicati all’automazione dei test, alla collaborazione e al deployment applicativo così da aumentare il volume dei test e anticiparne l’esecuzione. Facendo leva sulla potenza di questi tool, HPE ALM Octane aggiunge valore per ricavare visibilità e insight dall’intera toolchain. La soluzione supporta i seguenti tool e framework:

◦ Integrazione con Jenkins e TeamCity per implementare attività continue di integrazione e test, scoprire test, eseguire serie di test, mantenere relazioni e riportare i risultati, compresi i difetti associati a ciascuna build.

◦ GIT per la gestione delle versioni degli script per test manuali e la gestione degli stessi all’interno del codice sorgente.

◦ Business-Driven Development (BDD) attraverso il supporto di Gherkin per anticipare l’esecuzione dei test all’interno del ciclo di vita delle fasi di design e sviluppo; questo aiuta a razionalizzare l’impiego di test automatizzati al posto dei processi manuali dal momento che le verifiche possono essere facilmente convertite in script automatizzati.

◦ Un’ampia gamma di tool per l’automazione dei test realizzati da HPE o disponibili in ambito open source come HPE Unified Functional Testing, HPE LeanFT, HPE StormRunner Load e Selenium eseguiti mediante integrazione CI; e attività, tipologie e risultati dei test continuamente riportati e collegati ai moduli, alle build e ai difetti applicativi di HPE ALM Octane.

◦ REST API documentate con Swagger per facilitare l’integrazione di tool di terze parti.

– Qualità continua per il rilascio di software DevOps: utilizza un processo di integrazione continua e attività ad esso associate per acquisire, analizzare, fornire e presentare intuitivamente dati utili alla gestione e al tracking dei difetti.

– Collaborazione migliorata con ChatOps: tiene proattivamente traccia dell’evoluzione delle relazioni dinamiche esistenti tra attività della pipeline, architettura e componenti dell’applicazione, e livello della qualità. HPE ALM Octane tiene inoltre traccia dei cambiamenti tra componenti applicativi, backlog, build, test e difetti. Artefatti, stati e relazioni vengono mantenuti facilmente per mezzo di tagging intelligente, e con ChatOps la collaborazione diviene ricca di contesto e automatica.