StorageCraft rilascia VirtualBoot for vSphere

La nuova tecnologia consente un avvio rapido delle immagini di backup direttamente negli
host VMware ESXi

StorageCraft Technology, specialista nel backup e nel ripristino di emergenza, ha rilasciato StorageCraft VirtalBoot for vSphere, una nuova tecnologia che rende il recupero dei dati e dei sistemi più rapido ed efficiente.

Questa tecnologia offre agli utenti di StorageCraft ShadowProtect SPX la possibilità di virtualizzare rapidamente le immagini di backup come macchine virtuali guest direttamente negli host VMware ESXi senza dover usare un’applicazione intermedia o un processo di conversione secondario.

VirtualBoot for vSphere viene usata in combinazione con il software per il backup e il ripristino di emergenza StorageCraft ShadowProtect SPX ed è inclusa in tutte le licenze SPX.

VirtualBoot for vSphere è stata sviluppata in collaborazione e partecipazione con VMware tramite il programma vSphere APIs for I/O Filtering (VAIO) Program e ora dispone della certificazione VMware Ready.

“Quando in un’azienda si verifica il downtime dell’IT, poter avere accesso ai propri dati preziosi e sistemi fondamentali il più rapidamente possibile è cruciale. StorageCraft VirtualBoot for vSphere è un ottimo strumento di business continuity poiché elimina i passaggi che richiedono tempo e libera le risorse durante tutti le importantissime fasi del ripristino – ha affermato Scott Barnes, direttore tecnico di StorageCraft -. StorageCraft VirtualBoot for vSphere è un altro esempio di come StorageCraft offra ai propri partner la possibilità di proteggere in modo affidabile i dati e i sistemi dei loro clienti continuando a mantenere la maggiore efficienza possibile”.