Una protezione unificata e intelligente grazie all’integrazione della soluzione di rilevamento malware Sky ATP e ai miglioramenti nelle policy di sicurezza a livello di switch e firewall

juniper-networks

In occasione del customer summit di Juniper Nxtwork 2016, Juniper Networks, azienda attiva nella tecnologia a supporto di reti automatizzate, scalabili e sicure, annuncia una serie di aggiornamenti al suo portfolio di soluzioni per la sicurezza che estendono la prevenzione delle minacce a tutti i livelli di rete, fino a raggiungere anche quello degli switch. Queste soluzioni comprendono un nuovo Policy Enforcer che automatizza l’applicazione delle policy di sicurezza su tutta la rete e mette in quarantena gli endpoint infetti per prevenire la diffusione delle minacce, attraverso firewall e switch mediante Junos Space Security Director. Inoltre, Sky Advanced Threat Prevention (ATP) è ora disponibile sui vSRX Virtual Firewall e sugli SRX Series Services Gateways, estendendo la protezione dai malware più sofisticati ai firewall virtuali e fisici. Juniper ha anche reso disponibili i nuovi firewall mid range SRX4000 Series ottimizzati per ambienti cloud ibridi e campus aziendali.

Data la rapida evoluzione delle minacce, non è facile per le aziende garantire la sicurezza all’interno delle proprie reti. Oggi è necessario un approccio rapido e intelligente, costruito attorno a un modello di prevenzione in tempo reale, a un’applicazione automatica e proattiva delle policy e una protezione adattiva. La piattaforma SDSN (Software-Defined Secure Networks) di Juniper risponde a queste esigenze grazie a un’architettura aperta e unificata e, soprattutto, estendendo i controlli di sicurezza su tutta la rete. Con le soluzioni annunciate, gli utenti possono reagire rapidamente alle minacce più recenti individuate in tutta la rete. Queste funzionalità consentono alle organizzazioni di sfruttare semplici policy utente per minacce intent-based e di utilizzare le funzioni integrate di prevenzione che riconoscono gli attacchi e contestualmente aggiornano dinamicamente le policy di applicazione della sicurezza su diversi punti dell’infrastruttura di rete.

Questo innovativo approccio riduce la necessità di aggiornamenti manuali e applica automaticamente le policy e le regole di protezione, con una decisa diminuzione dei costi di gestione della sicurezza di rete. Unito alla capacità di sfruttare la rete stessa per avere molteplici punti di controllo, questo approccio permette alle organizzazioni di bloccare le minacce nei punti più vicini di infezione e prevenirne la diffusione, a tutto vantaggio dell’efficacia della sicurezza.

Juniper ha, inoltre, annunciato l’apertura di OpenLab Silicon Valley, che fornirà a clienti, partner, ricercatori ed esperti programmi di formazione e laboratori pratici, pensati per restare al passo con la continua evoluzione del networking, soprattutto alla luce della trasformazione digitale.

Gli hacker non smettono mai di cercare modi per penetrare all’interno delle reti, pertanto è imperativo implementare soluzioni pervasive che possano rapidamente identificare le minacce e prevenire i danni. Con i prodotti annunciati oggi Juniper, ampliando la piattaforma SDSN, sta supportando concretamente i clienti nel loro sforzo di sventare le cyber minacce in uno scenario in continua evoluzione. Queste soluzioni permettono di definire le policy, individuare le minacce e prevenirle, tutti aspetti che sono cruciali per la realizzazione di una rete sicura”, ha dichiarato Denise Shiffman, Senior Vice President, Juniper Development and Innovation di Juniper Networks.