Veeam ha eliminato la necessità di predisporre e mantenere un sito di disaster recovery per la protezione offsite, riducendo così i costi e la complessità dell’infrastruttura IT

Availability for the Always-On Enterprise

Faster, azienda italiana specialista negli innesti rapidi, ha scelto Veeam Software, fornitore di soluzioni per la Availability for the Always-On Enterprise, per garantire l’always-on Availability al proprio business internazionale. Con diverse sedi estere gestite attraverso un server centrale localizzato presso la sede principale di Rivolta d’Adda, Faster aveva necessità di assicurarsi un piano di Disaster Recovery efficiente ed efficace e ha adottato Veeam Availability Suite v9, su consiglio del platinum partner di Veeam Project Informatica.

Con un fatturato consolidato di circa 100 milioni di euro, circa 2.500 clienti attivi e con oltre 4000 prodotti finiti fabbricati nella sede in Rivolta d’Adda in provincia di Cremona e distribuiti dalle 5 consociate estere in Nord America, India, Brasile, Cina e Germania, Faster annovera tra i propri clienti grandi multinazionali di produzione di macchine agricole e macchine per movimento terra, tra cui vi sono nomi del calibro di John Deere, CNH, Caterpillar.

Nel ruolo di azienda leader nel settore degli innesti rapidi e delle multiconnessioni, Faster offre prodotti e applicazioni sempre innovativi, caratterizzati da soluzioni tecnologiche d’avanguardia” dichiara Serena Piceni, IT Director, che aggiunge: “Nel nostro ambito investire in tecnologia è dunque fondamentale: eroghiamo centralmente tutti i servizi di carattere IT dal data center di Faster Italia, e tutte le consociate estere lavorano se il data center centrale funziona. Abbiamo dunque la criticità di un Single Point of Failure ed è per questo che è nata un’esigenza imprescindibile di continuità del servizio in modo da garantire un piano di disaster recovery e di business continuity nel caso si verificassero dei problemi”.

Con Veeam Availability Suite v9, Faster dispone di una soluzione completamente integrata, veloce e sicura per replicare i workloads nel cloud, permettendo al Disaster Recovery as a Service (DRaaS) di operare un incredibile miglioramento del RTO (Recovery Time Objective). Grazie alla sua tecnologia che connette in maniera sicura e continua il cliente al service provider, Veeam ha eliminato la necessità di predisporre e mantenere un sito di disaster recovery per la protezione offsite, riducendo così i costi e la complessità dell’infrastruttura IT.

Per ora abbiamo solo recuperato dei dati e non abbiamo avuto bisogno di accendere delle macchine remote, non abbiamo avuto un reale problema di disastro. Tuttavia, viviamo nella garanzia di avere una soluzione efficiente e sicura, qualità essenziali in un contesto come il nostro dove bisogna garantire la continuità del business e anche un solo giorno di mancata fatturazione rappresenterebbe un problema”, conclude Piceni.

Ormai tutti gli analisti concordano nel dire che ogni azienda è destinata a diventare una software company, dove i dati e le applicazioni devono essere sempre disponibili” afferma Albert Zammar, Vice President della Southern EMEA Region di Veeam. “Con piacere troviamo in Italia realtà all’avanguardia come Faster che ha recepito al meglio le tendenze future del business ed ha trovato nella nostra visione e nella nostra soluzione la risposta alle proprie esigenze”.