Orange e Check Point insieme per la sicurezza dei dispositivi mobile

Lanciata Mobile Threat Protection, che offre protezione a 360° per sistemi operativi iOS e Android grazie alla sua funzione di rilevamento delle minacce

Orange Cyberdefense, entità del gruppo Orange specializzata in sicurezza informatica, e Check Point Software Technologies uniscono le forze per offrire un nuovo servizio Orange di nome Mobile Threat Protection che aiuterà le imprese multinazionali a proteggere le proprie flotte di dispositivi mobili dalle minacce già esistenti e da quelle emergenti.

Basato sulla tecnologia Check Point Sandblast Mobile, Mobile Threat Protection è un servizio gestito Orange. Incorpora un'app di facile implementazione che viene eseguita in background sul dispositivo dell'utente. Protegge il dispositivo con rilevamento accurato delle minacce e avvisando in caso di attacco, senza impattare sulle prestazioni del dispositivo o sulla durata della batteria. Il servizio viene eseguito su piattaforme sia iOS che Android e non è legato a nessun operatore specifico. Una dashboard offre all’amministratore una visione globale della sicurezza della flotta e fornisce un'analisi dettagliata delle minacce.

Mobile Threat Protection è in grado di rilevare malware di nuova generazione e vulnerabilità nelle reti, nei sistemi operativi e nelle app, oltre al phishing tramite SMS. Difende i dispositivi mobili da una vasta gamma di attacchi, come ad esempio app infettate dal malware, attacchi man-in-the-middle su reti pubbliche Wi-Fi e Bluetooth compromesse, exploit del sistema operativo e la tendenza in rapida espansione dell'invio di link dannosi tramite SMS.

Orange Mobile Threat Protection può essere utilizzato come servizio gestito autonomo per evidenziare la visibilità delle minacce, consentendo alle aziende di adeguare di conseguenza le policy di sicurezza, o può essere integrato direttamente nelle soluzioni di gestione dei dispositivi mobili per automatizzare la risoluzione delle minacce e ridurre l'esposizione al rischio.