Oracle lancia IoT Cloud per Industria 4.0

771

Oracle trasforma la supply chain grazie alla nuova offerta dedicata all’Internet delle Cose

Nuove funzionalità per realtà aumentata, visione artificiale, digital twin e automated data science per produzione, logistica, magazzino e assistenza intelligenti. È quanto si propone di offrire la nuova offerta cloud di Oracle dedicata all’IoT.

Intenzionata a supportare in ottica di Industria 4.0 le aziende e a migliorare la produzione intelligente rispondendo in modo opportuno alle richieste del mercato, Oracle propone un’offerta in grado di consentire alle aziende di acquisire informazioni dettagliate sulle prestazioni di risorse, macchinari, addetti e veicoli in modo da ottimizzare la supply chain, la produzione e la logistica, ridurre il time to market per i nuovi prodotti e abilitare nuovi modelli di business.

Le avanzate funzionalità di monitoraggio e analisi consentiranno, infatti, alle imprese di aumentare la propria efficienza, ridurre i costi e identificare nuove aree di profitto grazie al monitoraggio avanzato delle risorse, degli addetti e dei veicoli, unitamente al rilevamento dei problemi in tempo reale e all’analisi predittiva.

Secondo The Economist Intelligence Unit, il 63% delle aziende manifatturiere ha già attuato una sostanziale trasformazione digitale o sta trasformando parti della propria organizzazione e il 19% sta sviluppando strategie per la trasformazione. Per rimanere competitive sul mercato globale le aziende devono adottare le nuove tecnologie e sfruttare i dati per modernizzare la supply chain, migliorare la visibilità, le informazioni predittive e l’automazione attraverso flussi di lavoro connessi.

Non a caso, l’ampliamento dell’offerta annunciata da Oracle segue di poco il recente annuncio delle funzioni di intelligenza artificiale, digital thread e digital twin per la supply chain, oltre a soluzioni specifiche per Oracle IoT Cloud.

Quest’ultima è disponibile per il mercato sia come applicazioni SaaS, sia come PaaS per assicurare un elevato grado di flessibilità anche per le implementazioni più complesse.

In tal senso, Oracle implementerà le nuove funzionalità sull’intera gamma delle applicazioni IoT Cloud – Asset Monitoring, Production Monitoring, Fleet Monitoring, Connected Worker e Service Monitoring per Connected Assets.

Il tutto finalizzato a consentire alle aziende di monitorare le risorse più importanti per ridurre i tempi di inattività e i costi di manutenzione e monitorare l’utilizzo per un’accurata visione del ciclo di vita dei dati e dell’ammortamento delle risorse, migliorando dunque l’efficienza degli acquisti aziendali. L’ampia disponibilità di dati creata dai sensori all'interno dei prodotti consente alle aziende di offrire i propri prodotti come servizio, ottenere informazioni su come i clienti utilizzano i prodotti e offrire servizi a valore aggiunto per generare nuovo profitto.