È un significativo contributo in termini di contenuti ed esperienze quello che Oracle intende portare all’edizione 2018 del Security Summit promosso da Clusit a Milano i prossimi 13-15 marzo.

Nella tre giorni dedicata alla sicurezza, l’azienda metterà in campo i suoi migliori esperti e partner per offrire ai partecipanti momenti di approfondimento e spunti operativi per fare della cybersecurity l’elemento fondamentale di un percorso di trasformazione digitale di successo, che consenta di sfruttare al meglio l’imprescindibile leva del cloud.

Oltre a occuparsi di tecnologie, quali la blockchain in ottica cybersecurity, Oracle dedicherà buono spazio all’ormai prossimo regolamento GDPR che, a poco più di due mesi dalla sua entrata in vigore, richiede alle aziende di dedicarsi ad aspetti pratici e operativi, che Oracle affronterà in una tavola rotonda e due sessioni specializzate.

Come da tradizione, il Security Summit sarà anche l’occasione in cui la Oracle Community for Security presenterà il volume “SOC e Continuous Monitoring, faccia a faccia con la cybersecurity”, finalizzato a promuovere l’implementazione di un Security Operation Center che abbia come obiettivo il monitoraggio continuo dei sistemi informatici dei clienti.

Il testo, analizzando le rispettive normative e i vari framework standard, approfondisce il tema spiegando in dettaglio caratteristiche, elementi critici, benefici di un approccio che può essere vincente, in particolare a fronte dell’evoluzione delle tecnologie di machine learning e intelligenza artificiale, che oggi consentono di automatizzare i processi di cybersecurity e arrivare a un livello di reazione e di analisi impossibile da garantire con modalità più tradizionali.

L’Agenda di Oracle al Security Summint 2018
In particolare, il 13 marzo, Alessandro Vallega, Security and GDPR Business Development Director di Oracle EMEA, interverrà nella tavola rotonda prevista nella sessione plenaria di apertura dell’evento, dedicata alla presentazione del rapporto Clusit.

Sempre il 13 marzo, alle ore 15.20, Oracle organizzerà una tavola rotonda dedicata al Security Operation Center, nella quale sarà presentato il libro “Security Operation Center e Continuous Monitoring, faccia a faccia con la cybersecurity” realizzato dalla Oracle Communtiy for Security.
Parteciperanno Roberto Obialero di ADS, Matteo Galimberti di KPMG, Simone Campera di Amplifon e Fabio Bucciarelli di Regione Emilia Romagna.

Il 14 marzo, alle ore 9.30, Oracle organizzerà un Atelier dedicato alla Blockchain, con la partecipazione di Matteo Mattei di Oracle e di Fabrizio Gilardone di Vantea Smart.

Il 15 marzo, con la moderazione di Alessandro Vallega, sarà la volta di una ampia tavola rotonda sul GDPR, che si svolgerà dalle 11.30 alle ore 13 con l’intervento di numerosi esperti e rappresentanti della filiera.
Tra loro, Gabriele Faggioli del Clusit, Paolo Capozuca di Alfagroup, Enrico Ferretti di Protiviti, Filomena Polito di APIHM, Stefano Rinauro della Polizia di Stato, Alessandro Crepaldi per Banca Popolare di Sondrio, Corrado Salvemini di Carrefour, Alessandro Cosenza di Bticino.

Sempre il 15 marzo sono previsti due Atelier paralleli dedicati ancora al GDPR. Il primo è dedicato a “GDPR e digital trust” con l’intervento di Guglielmo Troiano di P41, Igor Marcolongo da Infocert e Giancarlo Colla di Oracle ACS; l’altro si occuperà di come gestire gli adempimenti privacy nel continuo con l’intervento di Maria Roberta Perugini dello Studio Legale Jacobacci Associati.

La partecipazione al Security Summit è gratuita previa iscrizione.
Per informazioni, cliccate QUI