INFINIDAT: novità per il Public Cloud e la Data Protection

Annunciati nuovi prodotti storage per il deep learning, la business continuity e la cloud agility

INFINIDAT, fornitore di soluzioni di storage enterprise multi-Petabyte, lancia quattro nuovi prodotti della famiglia InfiniBox pensati per le aziende che vogliono accelerare il processo di digital transformation.

InfiniSync

“I tradizionali processi di elaborazione mission-critical richiedono un mirroring sincrono tra data center situati a brevi distanze ed una replica asincrona tra data center di produzione e sito remoto di disaster recovery, situati a tratte di 600-1.000 km” spiega Jacob Broido, Chief Product Officer.

Per questo la prima novità è InfiniSync, un appliance particolarmente robusto, una “pesante scatola nera” a prova di proiettile, che rappresenta la prima soluzione al mondo in grado di garantire un data mirroring sincrono con zero RPO su distanze virtualmente infinite e a latenza zero.

“InfiniSync (disponibile a partire da aprile 2018) elimina la necessità del data center intermedio, garantendo che tutte le transazioni verso il sito remoto vengano portate a termine con RPO uguale a zero e senza data loss, in qualsiasi condizione di disastro, dalle interruzioni dovuti a cali di energia o problemi di rete fino alle calamità più terribili  come inondazioni, terremoti e catastrofi naturali”.

Neutrix Cloud

Neutrix Cloud, disponibile da aprile 2018, è uno storage Cloud pubblico in grado di gestire con altissime prestazioni multi-Petabyte di dati, siano essi a blocchi o file system, fornendone accesso contemporaneo dai nodi computazionali dei cloud di Google, Azure e AWS. Neutrix Cloud è un servizio puramente OpEx, che può essere implementato in modalità standalone oppure insieme a un InfiniBox on-premise in modalità hybrid cloud, con un RPO (recovery point objective) di 4 secondi.

Oltre ai cloud pubblici sopra definiti, INFINIDAT Neutrix Cloud sarà disponibile anche per i clienti di VMware Cloud su AWS.

InfiniGuard

La terza novità, già disponibile, è InfiniGuard, un’appliance di backup in grado di proteggere fino a 20 Petabyte di dati e di consentire restore estremamente veloci. InfiniGuard sfrutta la stessa innovativa architettura software Neural Cache su cui si basa InfiniBox e supporta un ricco ecosistema software che comprende Commvault, Veritas, Veeam, IBM Spectrum Protect, SAP, Oracle RMAN, VMware e Microsoft Exchange.

“InfiniGuard offre prestazioni di restore 10 volte superiori rispetto all’attuale leader di mercato, oltre a un’affidabilità superiore e a un prezzo sorprendente” commenta Shlomi Halevy, Senior Product Manager.

InfiniBox F6212

Per finire, F6212 è un nuovo modello di InfiniBox che raggiunge gli 8,3 Petabyte di capacità. F6212 ha lo stesso software collaudato – basato su algoritmi di machine learning e intelligenza artificiale – caratteristico della famiglia InfiniBox e offre le medesime funzionalità, prestazioni e affidabilità che i clienti hanno imparato ad apprezzare. Con una capacità di 8,3 PB per sistema, F6212 arriva sul mercato per rispondere alle esigenze di ambiti applicativi quali data analytics, big data, deep learning e industry IoT, progetti che richiedono uno storage multi-Petabyte a costi contenuti, con elevata affidabilità e tempi di risposta inferiori al millisecondo. Il prodotto sarà disponibile a partire da aprile 2018.