Qlik offre ordine e valore a tutti i dati di un’azienda

La nuova versione di Data Catalyst 4.0 estende il supporto per fonti dati oltre Hadoop migliorando la gestione dei dati aziendali

Attenta a fornire ai clienti enterprise soluzioni end-to-end di gestione dei dati e analytics, Qlik ha annunciato la nuova versione di Qlik Data Catalyst 4.0.

Inizialmente chiamato “Podium Data”, in quest’ultima versione il prodotto Qlik supporta architetture basate su server singolo e AWS, rispondendo alle crescenti esigenze aziendali di avere a disposizione una soluzione agile per l’organizzazione e unificando le diverse fonti di dati, ovunque esse risiedano.

Strumenti semplici per superare la sfida della gestione dati
Questa evoluzione di Qlik Data Catalyst 4.0 che supporta le fonti di dati oltre Hadoop, consentirà alle aziende di superare la sfida della gestione dei dati e della disponibilità delle analytics in tutta l’organizzazione.

Non a caso, per le realtà che sono alla ricerca di una soluzione più semplice per abilitare i raggruppamenti Hadoop on premise, Qlik Data Catalyst 4.0 offre la possibilità di organizzare e catalogare i dati su un singolo server senza doverli raggruppare con Hadoop, sfruttando invece un’istanza Linux con file flat gestiti tramite HSQL.

I clienti hanno così la certezza che i loro dati saranno al sicuro, dato che queste istanze sfruttano la sicurezza del sistema operativo Linux nativo, che viene regolarmente utilizzato dalle aziende di Fortune 500 per dati e processi sensibili.

Le altre nuove funzionalità di gestione dei dati di Qlik Data Catalyst 4.0 includono collegamenti al cloud di Amazon, con supporto migliorato per i cluster transitori EMR e S3, oltre alla possibilità di pubblicare su RDBMS (incluso Redshift).

Maggiore integrazione con la Qlik Analytics Platform
L’ultima versione di Qlik Data Catalyst contiene anche molte nuove funzionalità in grado di aiutare gli utenti a ottenere ulteriori informazioni e benefici dal catalogo di dati esistente.

  • Qlik Data Catalyst fornisce ora la possibilità di intuire ed etichettare gli elementi dei dati in base alla struttura e al contesto attraverso un nuovo motore di inferenza delle relazioni. Questi metadati sono quindi visibili nel catalogo e possono essere applicati con un solo clic, sia per essere trasferiti su Qlik Sense, sia per essere messi da parte come nuovo set di dati o gruppo per le successive analisi.
  • Inoltre, i clienti che utilizzano cataloghi aziendali o strumenti di modellazione possono importare le relazioni definite in tali strumenti all’interno di Qlik Data Catalyst.
  • Un’ulteriore funzionalità introdotta nel 2018, è che Qlik Data Catalyst sfrutterà i dati grazie al nuovo motore di inferenza delle relazioni e grazie ad altri strumenti quando verranno inseriti i dati su Qlik Sense con un semplice clic. Ciò consente agli utenti di sfruttare più facilmente le avanzate funzionalità di Augmented Intelligence e Machine Learning di Qlik Sense dai dati di Qlik Data Catalyst, migliorando l’alfabetizzazione dei dati degli utenti e spostandoli più rapidamente lungo il percorso dall’analisi iniziale alle decisioni aziendali.
  • Gli amministratori godranno ora di una maggiore visibilità e di un migliore monitoraggio dei processi di preparazione, consegna e analisi dei dati.