Ecco come Personal Data preserva il know how tecnologico di BMB

L’azienda ha detto sì all’implementazione di un sistema di DR realizzato con storage NetApp, software Commvault e virtualizzazione Citrix

BMB Spa, azienda che produce macchine speciali per stampaggio ad altissima tecnologia, produttive H24, si è rivolta a Personal Data per il consolidamento di tutti i servizi legati al suo disaster recovery per la salvaguardia delle informazioni e della continuità dei servizi.

A seguito della forte crescita dell’azienda, che opera nei settori automotive, packaging, preforme e tappi ad alta tecnologia per acqua, bibite e per l’igiene personale, la principale esigenza era di ampliare la capacità di archiviazione dei dati e mantenere al sicuro i progetti di macchine e impianti spesso soggette a spionaggio industriale da parte dei concorrenti, senza portare i dati all’esterno.

Squadra che vince non si cambia
Già cliente di Personal Data da diversi anni, BMB si è affidata anche per questo progetto per l’adozione di un sistema di disaster recovery mantenuto all’interno dell’azienda con la soluzione storage NetApp, corredato da software Commvault e virtualizzazione Citrix, che potesse preservare il proprio know-how tecnologico da attacchi esterni e assicurare la continuità del proprio business.

Dopo una attenta analisi dell’infrastruttura IT e dei rischi a cui era maggiormente esposta BMB, la soluzione proposta da Personal Data è stata quella di realizzare un sito di disaster recovery potenziando la parte di storage NetApp già esistente e spostando uno dei due sistemi nel sito secondario in cui è possibile salvare tutti i dati e recuperarli in caso di interruzioni o attacchi. Questo investimento ha permesso a BMB di aumentare in modo significativo lo spazio utile migliorando l’efficienza e le performance dello storage, garantendo al contempo lo svolgimento di tutti i servizi legati al disaster recovery per la tutela delle informazioni e della continuità operativa.

Come riferito in una nota ufficiale da Claudio Lazzaroni, Information, Communication & Technology manager di BMB: “Abbiamo scelto di investire in una infrastruttura interna dedicando due locali, un ambiente di produzione con elevata potenza elaborativa e uno dove vengono duplicati e salvati i dati, arrivando ad avere il pieno controllo delle informazioni. Inoltre, nell’ufficio tecnico abbiamo dei server dedicati per la progettazione in 2D e 3D, fiore all’occhiello della nostra azienda”.

“In ottica di disaster recovery, la suite di NetApp è potente e innovativa e consente una elevata capacità storage e una forte protezione e controllo della rete – è l’ulteriore annotazione riportata di Giuliano Tonolli, direttore commerciale e amministratore di Personal Data. I sistemi software da noi installati garantiscono a BMB un controllo costante e continuo dei propri dati e una efficace protezione da qualsiasi tipo di intrusione e interruzione di origine naturale o umana nella propria rete”.