Con VMware massimo vantaggio dal cloud

VMware Secure State supporta i clienti nell’adozione di un approccio alla sicurezza adatto al DevOps

Si chiama VMware Secure State l’ultimo prodotto annunciato da VMware e sarà reso disponibile da CloudHealth by VMware per permettere ai clienti di far fronte alle sfide più pressanti dei clienti in termini di visibilità, costi, sicurezza, automazione e governance del cloud.

Nato per supportare i clienti nell’adozione di un approccio alla sicurezza più proattivo e integrato adatto al DevOps, VMware Secure State forma, insieme a CloudHealth by VMware, che attualmente consente a oltre 5.000 clienti di ottimizzare i propri ambienti multi-cloud, una combinazione di successo.

Le capacità di VMware Secure State in materia di sicurezza offrono, infatti, benefici di business comprovati alle organizzazioni nel proprio percorso verso il cloud. VMware Secure State consente ai clienti di visualizzare l’infrastruttura a rischio, rilevare vulnerabilità e minacce in tempo reale e automatizzare la sicurezza e la compliance su cloud diversi.

Questo annuncio rafforza ulteriormente la vision di VMware per la sicurezza ed estende la strategia aziendale dalle applicazioni e dal layer di rete agli utenti e ai dispositivi, per aiutare i clienti a ridurre la superficie di attacco all’interno degli ambienti multi-cloud.

Le sfide con la sicurezza cloud di prima generazione

In base alla sua esperienza nel rendere operativa la sicurezza all’interno del proprio crescente footprint multi-cloud, un servizio come VMware Secure State sarà fondamentale per i clienti:

  • Nel public cloud, il modo in cui gli utenti creano e configurano le applicazioni cambia costantemente. Correlare il rischio in considerazione delle configurazioni cloud errate e delle minacce in un ambiente dinamico è una sfida per i team e per garantire una sicurezza migliore e molti dipartimenti necessitano di maggiore visibilità dalle operazioni di gestione delle vulnerabilità e di sicurezza ai team di progettazione e DevOps che controllano le risorse;
  • Senza contesto, le soluzioni che scansionano periodicamente il cloud per convalidare le configurazioni possono trascurare gravi vulnerabilità, travolgere i team di sicurezza con falsi positivi e creare conflitti di utilizzo del cloud con i team DevOps a causa del throttling delle API.

Minimo rischio di sicurezza cloud con un data model interconnesso

VMware Secure State migliora la visibilità, la velocità e la sofisticazione del rilevamento di vulnerabilità e minacce e la correlazione del rischio in tutta l’infrastruttura cloud dinamica.

Quando gli oggetti cloud, i dati e le relazioni cambiano, VMware Secure State aggiorna il modello in modo intelligente e quasi in tempo reale per comprendere sia i rischi diretti che quelli correlati di ogni cambiamento.

Catena delle violazioni di sicurezza e valutazioni di rischio

Oggi, VMware Secure State monitora già migliaia di account cloud di produzione su AWS e Azure e supporta diversi clienti a:

  • Comprendere meglio i deployment, le relazioni e i rischi del cloud;
  • Automatizzare il monitoraggio della conformità cloud;
  • Migliorare il Cloud Secure Posture Management (CPSM) per rilevare le violazioni dei servizi interconnessi;
  • Indagare e correlare le vulnerabilità con il rilevamento delle minacce native cloud;
  • Distribuire informazioni dettagliate sulla sicurezza in tempo reale tra i team DevOps.