Da OVH nuovi server dedicati Infrastructure

Obiettivo del rilascio: rispondere alle complesse esigenze di calcolo di medie imprese, enti governativi e università

È una nuova una serie soluzioni per rispondere alle esigenze di scalabilità e prestazioni di medie imprese, enti governativi e università quella annunciata da OVH che, con la sua gamma di server dedicati Infrastructure, intende offrire soluzioni dotate di connettività ad alta velocità e funzionalità avanzate di networking e sicurezza da implementare per molteplici utilizzi.

Nello specifico, al fine di massimizzare le prestazioni per gli utenti, OVH offre quattro configurazioni per la nuova gamma, con costi a partire da 99,99 euro a 284,99 euro al mese, ognuna delle quali è progettata per utilizzi complementari, per supportare i clienti a costruire la propria infrastruttura cloud:

–        I server INFRA-1 e INFRA-2 sono particolarmente adatti all’elaborazione multimediale/video e alle applicazioni 2D/3D. Sono dotati rispettivamente di processori Intel Xeon E-2274G e E-2288G e tecnologia Intel UHD Graphics P630, che consentono un miglior rendering grafico. Entrambi i server offrono funzioni di sicurezza avanzate, basate sulla tecnologia Intel Software Guard Extensions (SGX), che separa completamente il codice in esecuzione e i dati in elaborazione.

–        I server INFRA-3 consentono l’implementazione di architetture ad alte prestazioni per la virtualizzazione o la containerizzazione, nonché la possibilità di condurre analisi complesse o creare virtual office. La nuovissima configurazione INFRA-3 di OVH incorpora il processore AMD Epyc 7371, una delle CPU a 16 core più efficienti del settore, progettata specificamente per i data center.

–        Infine, OVH offre server INFRA-4 per soddisfare i requisiti di esecuzione di carichi di lavoro complessi e per l’implementazione di ambienti virtuali e container. Essendo l’unica configurazione a doppio processore della gamma Infrastructure, INFRA-4 si basa sui processori Intel Xeon Scalable di seconda generazione.

Tutti i server della gamma Infrastructure sfruttano la più recente tecnologia OVH Link Aggregation (OLA), che consente di aggregare le interfacce di rete di ciascun server per aumentarne la disponibilità, isolando contemporaneamente il server dalla rete pubblica e da eventuali minacce potenziali.

Come tutti i server dedicati di OVH, la nuova gamma soddisfa i più severi standard di sicurezza, come la conformità alla norma ISO/IEC 27001 e include tutte le funzionalità fornite da OVH, come la protezione anti-DDoS integrata, oltre alla possibilità di interconnettere tutti i server e i servizi cloud alla rete privata di OVH, vRack. Inoltre, i nuovi server sfruttano la solida rete di OVH, che include una rete pubblica con una larghezza di banda da 1Gbps (standard) a 4Gbps (opzionale), e la vRack che offre una larghezza di banda da 2Gbps (standard) a 5Gbps (opzionale).

Come riferito in una nota ufficiale da Ludovic Dargent, Dedicated Server Manager di OVH: «Ogni configurazione della nostra nuova gamma Infrastructure risponde a esigenze specifiche, che sono state identificate con i clienti che desiderano sviluppare infrastrutture sempre più performanti».