Active Directory: più semplice con ADAM

ADAM è una nuova soluzione personalizzabile per semplificare l’audit e il monitoraggio delle Active Directory

Venticento, system integrator internazionale, presenta ADAM, il software per la gestione delle active directory e la sicurezza dei sistemi windows, con l’obiettivo di rendere più semplice e flessibile, grazie al suo essere customizzabile ed esclusivo, il lavoro del responsabile dei sistemi aziendali.

Nato per rispondere alle esigenze degli audit informatici delle aziende clienti di Venticento, la soluzione è stata poi implementata ed ingegnerizzata per rispondere alle esigenze più complesse, come la gestione del livello di compliance e governance delle active directory, in modo da risolvere velocemente le criticità.

“Le Active Directory sono il cuore di ogni sistema Microsoft-based” afferma Enrico Dellù, CEO di Venticento. “La molteplicità delle attività aziendali e il tempo fanno spesso dimenticare e tralasciare account inutilizzati e appartenenze a gruppi errati. Si trovano spesso “scheletri negli armadi”. Inoltre, alcune configurazioni che non fanno scadere la password, possono esporre l’azienda a problemi di sicurezza. Adam è stato progettato proprio per restituire al responsabile reparto oppure all’IT aziendale il controllo degli account di Active Directory e della loro configurazione, grazie anche ad un’interfaccia facile da utilizzare”.

Aziende di ogni dimensione e ambito merceologico hanno la necessità di individuare il più facilmente possibile le debolezze delle configurazioni delle risorse di Active Directory, confrontare le modifiche nel tempo e testare le proprietà degli account rispetto alle regole aziendali e di sicurezza per identificare le eventuali violazioni. “Adam va incontro a queste esigenze fornendo un output semplice da consultare, prioritizzando le attività di remediation”, continua Enrico Dellù.

Adam è, infatti, in grado di recuperare le informazioni sugli account di dominio e l’appartenenza ai gruppi da Active Directory per memorizzarle poi in un database relazionale. I dati possono essere successivamente consultati online oltre ad essere disponibili attraverso report integrati per esportare sia i dati correnti sia il confronto con un punto intermedio nel tempo per osservare i cambiamenti tra le esecuzioni.

I risultati possono essere sfogliati nella GUI di Adam o esportati e salvati per un’ulteriore revisione.